Le fasi che hanno costruito la Milano moderna: la storia

Dalle sue fondamenta precristiane alle innumerevoli invasioni, questa città all'avanguardia della moda è in continua evoluzione.

Conoscete realmente i passi che hanno costruito la Milano moderna e la sua storia? È l’affascinante e moderna capitale della moda italiana e una potenza economica, ma è molto di più di agenti e tacchi a spillo. Dalle sue fondamenta precristiane alle innumerevoli invasioni, questa città all’avanguardia della moda è in continua evoluzione.

Ecco gli eventi storici che hanno plasmato Milano.

Le fasi che hanno costruito la Milano moderna: la storia

L’antica conquista romana di Milano

Milano fu originariamente fondata con il nome di Mediolanum intorno al 600 a.C. dai Celti Insubri, che furono poi rovesciati dai Romani nel 222 a.C. La sua posizione nel nord dell’impero, come porta d’accesso alla penisola italiana, rese Milano un’importante roccaforte strategica per le operazioni militari di Cesare dal 58 a.C.

al 50 a.C. La città sarebbe diventata un’importante via commerciale in Europa, contribuendo a farla diventare la capitale economica che è oggi.

Invasioni dei Goti, degli Unni e di altri popoli

Grazie alla sua posizione strategica, Milano attirò l’attenzione di molte forze d’invasione europee e asiatiche. Già nel 400 a.C., i Visigoti (le tribù occidentali di popolazioni nomadi germaniche conosciute collettivamente come Goti) la invasero. Poi, nel 452 a.C., fu la volta del famigerato Attila l’Unno, che saccheggiò la città.

Successivamente fu attaccata dagli Ostrogoti, da altre tribù germaniche e da Carlo Magno e i Franchi. Tutti coloro che volevano un pezzo di questa grande città hanno lasciato il loro segno.

Il Santo Patrono di Milano

Aurelio Ambrosio, o Sant’Ambrogio, era un governatore della Liguria e dell’Emilia, con sede a Milano. Fu vescovo della città con voto popolare nel 374 a.C., dopo la morte del vescovo Auxentius. Dopo essersi recato in chiesa per evitare un tumulto, la folla iniziò a cantare “Ambrogio, vescovo!” e a chiedere la sua nomina a tale ruolo. Ambrogio era noto per la sua carità verso i poveri, la sua posizione contro l’arianesimo e la sua influenza su Agostino d’Ippona. In seguito fu nominato patrono di Milano.

Milano moderna storia passato

Il Duomo e il famoso quartiere dei Navigli

L’attrazione forse più significativa e conosciuta di Milano, il Duomo, fu commissionato nel 1300. La sua costruzione, durata più di 600 anni, è la seconda cattedrale più grande d’Italia e dimostra le forti radici religiose della città. Tuttavia, il progetto ebbe implicazioni di vasta portata. Molti degli ormai famosi canali servivano appositamente per il trasporto dei materiali e oggi sono anche tra le attrazioni più belle della città. Innumerevoli bar e ristoranti si trovano oggi lungo la rete dei canali, rendendo il quartiere dei Navigli un punto di riferimento culinario e culturale, dove è possibile gustare il tradizionale aperitivo.

Inizia la modernizzazione di Milano

La città di Milano ha subito notevoli cambiamenti nel corso del Medioevo, passando da una dominazione all’altra e diventando nel frattempo la capitale dell’Italia settentrionale. Nel 1447 prese il nome di Repubblica Ambrosiana. Dopo la morte del capo del governo, Filippo Maria Visconti, Francesco Sforza conquistò la città e si costituì la Casa degli Sforza. Sforza fu responsabile della modernizzazione della Milano medievale, facendo della sua corte moderata il centro della filosofia rinascimentale. Molti degli edifici costruiti in questo periodo sono ancora in piedi, compreso l’imponente (e ora molto restaurato) Castello Sforzesco, situato all’interno del Parco Sempione.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le cose più belle da vedere a Punta del Diablo, Uruguay

Le più belle lagune segrete dell’Uruguay

Leggi anche
  • Weekend gourmet a Ogliastra in SardegnaWeekend gourmet a Ogliastra in Sardegna
  • Weekend vendemmia FranciacortaWeekend di vendemmia in Franciacorta
  • Loading...
  • vacanza in salentoVivere appieno la propria vacanza in Salento

    Il Salento vanta una ricchezza impareggiabile di spiagge bellissime, ma anche di patrimoni culturali, di buona cucina e tradizione.

  • RomaVisitare Roma in una giornata: cosa vedere assolutamente

    Roma in 24 ore: ecco cosa non si deve assolutamente perdere anche se si hanno solo poche ore a disposizione nell’incantevole capitale italiana.

  • Visitare FirenzeVisitare Firenze in un giorno

    Viaggiare a Firenze: un breve itinerario che illustra le principali e le più belle tappe da percorrere e da scoprire nel capoluogo toscano, considerata una delle più belle città di Italia e del mondo.

Contents.media