Matera spiagge, le più belle della località lucana

Matera, dopo la visita ai Sassi, è doverosa anche una visita alle meravigliose spiagge.

Una città ormai molto famosa situata su un affioramento roccioso in Basilicata, Matera è una delle città ancora abitate, più antiche del mondo. I sassi di Matera sono diventati nel 1993 patrimonio dell’umanità dell’Unesco, la città a causa dell’eccessivo utilizzo dei sassi, questi anche scavati per la costruzione di case, e per la presenza di molto materiale roccioso, è conosciuta come la città dei sassi.

Dal 2019 è diventa anche Capitale Europea della Cultura, un ottimo traguardo per una città italiana.
Matera offre tutto un territorio da esplorare, ricco soprattutto di zone antiche, presenta un vulcano di fango, numerose architetture religiose, siti archeologici come quello situato sul colle Timmari, numerose aree naturali come il Parco della Murgia Materana, la Riserva regionale San Giuliano, il Colle di Timmari e non mancano anche i parchi urbani, come il Parco Centrale, il Parco del Castello, il Parco bosco Serra Venerdì.

Non dimentichiamo che Matera per i suoi posti così simili a quelli di Gerusalemme, è stato selezionato da alcune registi per realizzare molti film di tematica biblica. Ma Matera ha anche molte spiagge, che il turista potrà visitare.

Matera spiagge più belle

Matera non è conosciuta solo per il suo lato ricco di storia e cultura, ma anche per le numerose e splendide spiagge che presenta.

Spiaggia di Terzo Cavone di Scanzano Jonico, una spiaggia incontaminata, meravigliosa, caratterizzata da un lungo litorale pieno di sabbia fine e dorata, con accanto una serie di alberi verdi e vegetazione che offrono una gradevole ombra naturale, dall’altra parte un mare stupendo, di colore azzurro, trasparente, ricco di flora ed anche fauna marina.

In questa grande spiaggia si possono anche trovare dei pescatori locali, che arricchiscono la bellezza della zona. Questa spiaggia comunque risulta poco affollata nella stagione estiva, presenta un solo lido nelle vicinanze e pochi servizi.

La spiaggia di Metaponto è un’ampia spiaggia piena di sabbia fine e dorata, abbondante di servizi e stabilimenti balneari, pur non mancando zone selvagge completamente libere.

Anche qui vi è del verde, però a tratti, infatti sono presenti dei pini situati alle spalle della spiaggia.

La spiaggia è un po’ stretta, quindi quando vi è confusione soprattutto nella stagione estiva è difficile trovare posto.

Un’altra spiaggia della città di Matera, è la Spiaggia Marina di Pisticci. Alternata da spazi completamenti liberi a zone in cui vi sono stabilimenti balneari molto attrezzati. Il mare è azzurro e splendido, con fondale marino che si degrada delicatamente, quindi con la possibilità di toccare per una tratto molto lungo, dando anche la possibilità ai più piccoli di fare il bagno in tranquillità.

Il turista che volesse visitare questa spiaggia potrà usufruire di un ampio parcheggio e di numerosi comfort e servizi anche di alta qualità. La spiaggia è enorme, infatti misura ben 8 chilometri ed attorno vi è anche un paesaggio stupendo caratterizzato da molti pini che a tratti si alternano con tutta la macchia mediterranea del posto.

Spiaggia del Bosco Pantano di Policoro è caratterizzata da un bosco fitto e quasi impenetrabile, questo bosco ricopre un grande valore naturalistico, scientifico ed anche paesaggistico.

Ma ritorniamo alla spiaggia che si presenta con sabbia finissima, dorata e molto morbida che si fa bagnare da un mare cristallino ed anche molto pulito. Qui la famosa tartaruga Carretta Carretta, viene sistematicamente a deporre le uova.

Contrariamente a quanto si pensi, la Spiaggia del Vosco Pantano di Policoro, non è molto affollata, visto anche l’ampiezza. La zona e ben preservata e qui ci si rilassa veramente, dando anche la possibilità al turista di sostare nelle ore notturne.

Oltre alle tartarughe marine vi si possono trovare anche le tartarughe di terra ed animali esotici, che possono essere anche attrattiva per i bambini.
Si possono organizzare escursioni anche in canoa per risalire il Sinni e stare anche a contatto con la natura più selvaggia.

Spostandosi più a nord il turista potrà invece stare a contatto con un area opposta, questa infatti è una zona affollatissima, dove di certo non predomina il completo relax, essendoci il famoso lido di Policoro.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Parigi cosa vedere in 5 giorni nella capitale francese

Sicilia spiagge per bambini: dove è meglio andare

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.