Notizie.it logo

Messico cosa vedere in 3 giorni: il mini tour

messico cosa vedere in 3 giorni

Messico, tre giorni immersi tra natura e archeologia.

Cosa vi viene in mente quando sentite la parola Sud America? Di certo il Messico! Una terra affascinante e piena di storia, dove molto tempo fa si insediarono una varietà di popoli che hanno portato avanti fino ad oggi tradizioni, usanze e ricorrenze. Inoltre, come si fa a dimenticarsi del cibo? Tacos, Guacamole, Nachos… e tanto altro ancora! Se siete interessati a visitare questa terra piena di misteri ma avete a disposizione pochi giorni, ecco un tour da fare in 3 giorni in cui potrete visitare alcune mete più importanti del Messico. Scopriamo cosa vedere in 3 giorni in Messico.

Prima di partire, bisogna naturalmente osservare qualche accorgimento per viaggiare in tutta sicurezza. Non bisogna fare chissà che cosa per evitare furti o altre cose, semplicemente seguire il buon senso ed adottare un atteggiamento che adottereste normalmente nella vostra città.

Molto importante è l’assicurazione visto che in Messico l’assistenza sanitaria e ospedaliera costa molto. Se guidate, usate le marce automatiche che vi salveranno da ogni problema.

Messico cosa vedere in 3 giorni

Giorno 1, Città del Messico

Il primo giorno vorrete sicuramente visitare Città del Messico. E’ una metropoli piena di vita e piena di attività da fare tra cui shopping o semplicemente passeggiate. Vi sono molti mezzi di trasporto, bus e una tangenziale che collega le altre città. Sicuramente da visitare è il centro storico della città, pieno di monumenti ed edifici antichi.

Obbligatorie sono la cattedrale di Città del Messico considerata una delle più grandi chiese cattoliche del mondo e le Rovine del tempio Mayor che sono i rimasugli di una piramide alta 60m e risalente al periodo degli aztechi. Affascinante è anche il Museo Nazionale di Antropologia che include nelle sue sale antichi reperti e dipinti Maya, Aztechi, precolombiani ecc…

Se volete invece visitare un posto dove sedervi per mangiare qualcosa o fare una pausa, Alameda Central fa per voi.

E’ il principale parco cittadino pieno di vegetazione che, durante l’estate, vi proteggerà dal calore del sole;

Giorno 2, Guanajato

Guanajato è una delle città gioiello del Messico. E’ piena di artisti, artigiani e di murales di denuncia sociale. In poche parole, è una città da visitare.

Il Mineral de Pozos è una tappa obbligatoria a Guanajuato: situato in un semideserto con la città naturalmente vicina, era una città che prosperava grazie ai giacimenti di oro, argento e mercurio. Quando però le miniere furono inondate, la città iniziò a decadere fino a diventare abbandonata.

Andare nel centro storico, invece, è come tornare indietro nel tempo: ci sono veri e propri monumenti e chiese bizantine che devono essere assolutamente viste (tra queste vi è la Parroquia de San Miguel Arcangel).

Non dovete assolutamente perdervi una visita alla casa natale di Diego Rivera il quale è uno dei più famosi muralisti messicani;

Giorno 3, Chichén Itza – Cancùn

Chichèn Itza, situato nello Yucatàn, è uno dei siti archologici più visitati dai turisti. Sono dei resti di templi e piramidi risalenti ai Maya conservati in modo impeccabile ed è entrato a far parte del patrimonio di beni culturali dell’Unesco nel 1988.

Essendo uno dei siti archologici che attirano gente e turisti, è molto affollato e, in qualche occasione, dovrete scontrarvi con la gente per fare delle foto vicino ai resti. Il tempo per vedere il sito è di 4 ore ma ne vale la pena perchè è veramente meraviglioso. Se pensate di andarci di giorno portatevi un ombrello perchè ci sarà tanto sole o pioggia a seconda della giornata.

E per finire, udite udite, Cancùn! E’ una città molto tropicale e dove la parola d’ordine è vita notturna e movimentata.

Ci sono una miriade di spiagge e tra queste spicca La Playa El Mirador. Non mancano di certo neanche dei centri benessere dove potete rilassarvi e magari anche mangiare in uno dei ristoranti nei dintorni.

Oltre ai posti elencati qui, ce ne sono tanti altri che meritano di essere visti. Ovviamente questo mini-tour non dev’essere seguito alla lettera: potete prendere spunto e decidere poi voi quali posti vedere a seconda delle vostre necessità o del vostro tempo. Una cosa è certa: rimarrete a bocca aperta nel vedere le fantastiche meraviglie del Messico!

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche