Notizie.it logo

Museo Antropologico di Città del Messico: tutte le info

museo antropologico città del messico

La visita al Museo Antropologico di Città del Messico con tutte le opere più interessanti da visitare.

Durante un viaggio a Città del Messico, una delle tappe più imperdibili e interessanti è il Museo Antropologico, ricco di opere storiche da non perdere. Ma vediamo tutte le informazioni necessarie per la visita.

Museo Antropologico di Città del Messico

Il Museo nazionale di antropologia è il museo più importante del Messico. È situato nel bosco di Chapultepec all’interno di Città del Messico e vanta di 44 mila metri quadri coperti, distribuiti in più di 20 sale, e 35700 metri quadri di aree esterne, incluso il cortile centrale, la piazza d’accesso e alcune parti unite intorno al museo.

In tutti questi spazi si trova la maggiore collezione del mondo di arte precolombiana delle culture Maya, Azteca, e degli altri popoli che occupavano il vastissimo territorio del Messico. Come elemento di identificazione del museo all’entrata è posto sopra una fontana un monolite di origine teotihuacano, che la tradizione popolare identifica con una rappresentazione di Tlaloc, dio dell’acqua.

Museo Antropologico

La visita

Il Museo Nazionale di Antropologia, situato nel cuore di Città del Messico, è il più grande museo dell’America Latina, nel suo genere.

Qui si fa una passeggiata attraverso il tempo, dalle Tribu nomadi fino alla conquista spagnola. L’edificio fu progettato dal famoso architetto messicano Pedro Ramírez Vázquez e fu inaugurato nel 1964, diventando col passare degli anni un simbolo della città e del Messico pre-hispánico in generale.

Entrando nel cortile centrale, la prima cosa che richiama l’attenzione è l’enorme fontana a forma di ombrello. Questa rappresenta un albero mitologico con incisioni di aquile e giaguari.
Il museo è diviso in 23 sale, una delle quali dedicata alla cultura Olmeca. Si tratta di una civilità considerata la più antica di tutti i tempi nella zona e che fiorì più di tremila anni fa.

Vi sono, poi, sale interamente dedicate ai Maya, agli Zapotechi, ai Toltechi, ai Teotihuacani e agli Aztechi o Mexica.

Nei giardini, poi, vi sono alcune repliche di steli e sculture provenienti da zone archeologiche situate negli stati del Chiapas, Oaxaca e Yucatán. Il reperto più popolare di tutto il museo è sicuramente la “Piedra del Sol”, meglio conosciuta come Calendario Azteco. Si tratta di un monolito di 25 tonnellate risalente al XV secolo, ritrovato nell’area dell’attuale Zócalo.

Prezzi e orari

Il Museo è aperto alle visite dal martedì alla domenica dalle 9 alle 19 durante tutto l’anno.

L’ingresso ha un prezzo di $ 80,00 MXN (circa 3,11 euro) per gli adulti. L’ingresso è gratuito per i cittadini di età superiore ai 60 anni, i minori di 13 anni, persone con disabilità, insegnanti e studenti.

La domenica l’ingresso è gratuito al pubblico nazionale e agli stranieri residenti in Messico.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • Winelands, Sud AfricaWinelands, Sud Africa

    Le Winelands sono situate ad est di Città del Capo tra bellissime montagne che creano panorami mozzafiato. La regione è

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.