Notizie.it logo

Napoli e dintorni: cosa vedere e come muoversi

Napoli

La città di Napoli e tutti i suoi dintorni sono noti in tutto il mondo. Scopriamo insieme quali sono i siti davvero imperdibili e come possiamo spostarci.

Napoli è una città imperdibile, un vero gioiello italiano famoso in tutto il mondo. La città è ben collegata con la capitale Roma grazie alle autostrade, dalla quale dista poco più di un’ora. Da qualche anno è facilmente raggiungibile anche dal Nord Italia: in poco meno di sei ore la si può raggiungere da Milano grazie al treno ad alta velocità. Vediamo insieme tutto ciò che non si può non vedere in una visita nella zona del capoluogo campano.

Napoli

In una visita del capoluogo campano non potrà mancare una passeggiata nel centro storico, così come sul sempre vivace lungomare. Il simbolo della città campana è il celebre Castel dell’Ovo, che svetta in prossimità del mare, con vista sul vulcano Vesuvio. Altri monumenti che non si possono non visitare sono il Maschio Angioino, il Museo Archeologico Nazionale e il Teatro San Carlo. Sono assolutamente meritevoli di una visita la celebre strada Spaccanapoli e i Quartieri spagnoli.

Napoli non è solo bellissima da vedere, ma anche da gustare.

Non si può certamente fare una visita completa della città campana senza mangiare almeno una volta tutte le eccellenze gastronomiche celebri in tutto il mondo: pizza, babà, pastiera e chi più ne ha, più ne metta.

Per quanto Napoli sia bellissima, non da meno sono i suoi dintorni.

Cosa vedere

Capri

Un brevissimo tratto di mare separa Capri dalla terraferma. Vi è un ottimo servizio di aliscafi che partono dal porto di Napoli, che vi permetterà di raggiungere in poco tempo questa piccola perla del Mediterraneo.

L’attrazione più rilevante a livello naturalistico, a Capri, è la Grotta Azzurra. Si tratta di una cavità naturale ed è possibile visitarla in barca; molte sono le compagnie locali che organizzano escursioni di qualche ora dedicate esclusivamente alla visita della grotta. Senza dubbio, entrare in queste strette insenature e ritrovarsi circondati dal mare sotterraneo è un’esperienza molto bella.

Una visita a Capri non si ferma soltanto alla Grotta Azzurra. Vi consigliamo anche di camminare per il paese di pescatori di Marina Grande, con la visita agli splendidi Giardini di Augusto e alla piazzetta, oppure andare a scoprire i vecchi palazzi di Anacapri, l’altra rinomata cittadina dell’isola.

Ischia

L’isola più grande e importante dell’arcipelago delle Flegree, di cui fanno parte anche Carpi e Procida, è Ischia.

Fino a qualche decennio fa, Ischia non era un’isola molto conosciuta e apprezzata dalla gran parte dei turisti. È stato l’editore Angelo Rizzoli a scoprirla e a farla conoscere. Ora Ischia è uno dei principali centri italiani per il turismo termale. L’isola ha sei piccole cittadine molto caratteristiche che si affacciano sul mare: Ischia Ponte, Ischia Porto, Forio, Casamicciola e Lacco Ameno.

Ischia vanta anche uno splendido castello: il castello Aragonese, raggiungibile o con un comodo ascensore oppure camminando tra le rocce. L’isola si presta sia alla vita da spiaggia, sia alle avventure trekking.

Procida

Procida, la più piccola e la più selvaggia isola dell’Arcipelago delle Flegree, è l’isola del colore. Giallo, arancione, azzurro, bianco, tinte pastello di varie sfumature compongono un quadro spettacolare. Terra Murata e Corricella sono i due borghi principali, dove è davvero bello perdersi tra vicoli e stradine attorniate da vecchie case di pescatori.

Amalfi

Amalfi e il suo golfo danno una panoramica incantevole di tutti i dintorni di Napoli.

Se si vuole trascorrere una sola giornata ad Amalfi due sono le mete irrinunciabili: la cattedrale di Sant’Andrea, che domina la piazza principale con la sua maestosa scalinata, e i vecchi arsenali, esempio encomiabile della ricchezza e della potenza di Amalfi repubblica marinara. In alternativa, si può girare nelle strade per respirare un’atmosfera tipica.

Partendo a piedi da Amalfi si possono raggiungere facilmente altri piccoli paeselli della Costiera Amalfitana, un vero gioiello italiano.

Sorrento

Abbarbicata in alto ad un costone di tufo, Sorrento è una cittadina ricca di storia. Per visitarla bisogna partire dalla piazza principale: Piazza Tasso. Da lì, seguendo le vie principali, è possibile incontrare tutti i principali monumenti e palazzi cittadini. Se però si preferisce respirare il modo di sentire dei dintorni di Napoli, ci si potrà perdere tra le strade di Sorrento, sempre cariche di vita partenopea.

Come muoversi

I collegamenti tra Napoli e dintorni sono facili e frequenti, soprattutto nei picchi di alta stagione.

Partendo da Napoli, si potrà scegliere di spostarsi via mare con rapidi aliscafi o con imbarcazioni più lente, così da poter raggiungere tutte le isole nel giro di poche ore. Vi è anche una rete ferroviaria che collega il capoluogo campano con Sorrento, anche se è più lenta rispetto ai trasporti marittimi.

© Riproduzione riservata
Leggi anche