Notizie.it logo

One World Trade Center: dove si trova, come visitarlo, guide

One World Trade Center: dove si trova, come visitarlo, guide

New York è probabilmente la città più famosa del mondo, con i suoi grattacieli, il suo splendido Central Park ed il simbolo per eccellenza degli Stati Uniti d'America, la Statua della Libertà. Grazie a questo nostro articolo, conoscerete la storia del grattacielo più alto d'America, il One World Trade Center, come visitarlo, come arrivare, gli orari ed i costi. Inoltre vi aiuteremo nello scegliere i libri più appassionanti su questo meraviglioso grattacielo e le guide più interessanti ed indicate per pianificare al meglio il vostro prossimo viaggio a New York.

New York è probabilmente la città più famosa del mondo, con i suoi grattacieli, il suo splendido Central Park ed il simbolo per eccellenza degli Stati Uniti d’America, la Statua della Libertà. Grazie a questo nostro articolo, conoscerete la storia del grattacielo più alto d’America, il One World Trade Center, come visitarlo, come arrivare, gli orari ed i costi. Inoltre vi aiuteremo nello scegliere i libri più appassionanti su questo meraviglioso grattacielo e le guide più interessanti ed indicate per pianificare al meglio il vostro prossimo viaggio a New York.

Storia del One World Trade Center

Il One World Trade Center, chiamato anche Freedom Tower, è il grattacielo principale del New World Trade Center della città di New York, ed è il quinto grattacielo più alto del mondo; Il One World Trade Center ha un’altezza di 541,33 metri, ovvero 1776 piedi: la scelta dell’altezza non è affatto casuale, poiché il 1776 è l’anno della dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti, dunque una delle date simbolo della storia americana.

La costruzione dell’edificio è iniziata ufficialmente il 27 aprile 2006 e si è conclusa il 30 giugno 2013. Nella stessa area del One World Trade Center sorge anche il National September 11 Memorial & Museum, inaugurato l’11 settembre 2011, un museo realizzato con una collezione di immagini, video e reperti sul quel terribile 11 settembre 2001, che ha cambiato la storia moderna. Quando avvenne il crollo delle Torri Gemelle, chiamate anche edificio 1 e 2 del complesso di sette edifici che componevano il World Trade Center, si accese subito un ampio dibattito su quale sorte toccasse all’intera area. Visto il numero di proposte arrivate in brevissimo tempo, nel 2003 la Lower Manhattan Development Corporation decise di indire un concorso, ma il rifiuto del pubblico spinse ad organizzare un secondo concorso; finalmente, dunque, venne scelto il progetto di Daniel Libeskind ed il progetto definitivo per il One World Trade Center, o Freedom Tower, venne presentato ufficialmente il 28 giugno 2005.

Ovviamente, il terrore di nuovi attentati e quindi di una nuova strage portò a modificare il progetto per questioni di sicurezza, aggiungendo una base di cemento, che inizialmente avrebbe dovuto essere ricoperta di vetro, ma alla fine si optò per una facciata costituita da pannelli di acciaio inox e vetro resistente ad esplosioni, poiché, secondo i test preliminari, il solo vetro avrebbe potuto infrangersi e creare schegge pericolosissime come proiettili. La costruzione dell’edificio iniziò nel 2006, anche se la posa della prima pietra avvenne con una cerimonia ufficiale nel 2004; raggiunse la massima altezza ad agosto 2012 e fu finalmente pronto a fine 2013; nello stesso novembre del 2013, la Height Committee of the Chicago annunciò che il One World Trade Center è ufficialmente il grattacielo più alto degli Stati Uniti d’America.Uno degli aspetti da sottolineare di questo edificio sono i rigidi criteri di sostenibilità ambientale con cui è stato realizzato; infatti, il One World Trade Center utilizza energia prodotta da fonti rinnovabili ed inoltre , grazie alla capacità dei vetri con cui è rivestito di filtrare la luce del sole, gli ambienti interni vengono adeguatamente illuminati in base alle esigenze, senza spreco di elettricità.

Esiste anche un punto di raccolta dell’acqua piovana per essere riutilizzata, mentre i detriti prodotti durante la costruzione del grattacielo sono stati riciclati.

In questo interessante libro di Judith Dupré potrete trovare nel dettaglio la storia della costruzione del One World Trade Center, per comprendere al meglio il processo di edificazione di un simbolo della storia americana ed occidentale della nostra era.

Dove si trova

Come detto prima, il One World Trade Center è parte di un intero complesso, situato a Lower Manhattan, nell’area prima occupata dalle Torri Gemelle, tristemente famose per essere state colpite e distrutte negli attentati dell’11 settembre 2001. Sarà facile identificare il grattacielo, vista la sua mole, ma se volete l’indirizzo preciso, eccovi accontentati: One World Trade Center, 285 Fulton Street.

Ovviamente il modo più comodo e veloce per raggiungere l’area e poter visitare la Freedom Tower è la metropolitana; potrete infatti scegliere tra queste fermate: linee A, C, J, Z, 2, 3, 4, 5 fermata Fulton Street/Broadway-Nassau; linee 2, 3 fermata Park Place; linea E femata World Trade Center; linea R fermata Rector oppure Cortland Street; linea 1 fermata Rector Street.

Per non perdervi nella Grande Mela alla ricerca del One world Trade Center, ecco delle utili mappe su Manhattan.

Come visitarlo

L’attrazione più esaltante del One World Trade Center è certamente il One World Observatory, ovvero l’ osservatorio a 360°sulla città di New York, per vivere l’emozione di avere la Grande Mela sotto i vostri piedi.

Oltre a ciò, durante la vostra visita troverete innanzitutto un video di benvenuto, proiettato nella sala del Global Welcome Center, nella quale su maxi schermo, in tutte le lingue, ci saranno saluti di benvenuto ed un planisfero sul quale vengono proiettate le città dei visitatori. Per compiere la vostra ascesa dovrete salire su uno dei cinque ascensori “Sky Pod”, a forma di capsula, che in soli 47 secondi ed alla velocità di 38 km/h vi condurranno al piano 102.
Finalmente potrete raggiungere il tanto atteso Osservatorio al 102° piano dell’edificio, chiamato anche Discovery Level; qui non servono parole per descrivere a vista mozzafiato e l’emozione del panorama davanti ai vostri occhi. Sempre sullo stesso piano, poi, attraverso lo Sky Portal, una piattaforma completamente trasparente, potrete vivere l’emozione di camminare sospesi con New York letteralmente sotto i vostri piedi! Al piano 101, poi potrete acquistare gadget nei negozi presenti e gustare una tazza di vero caffè americano nel bellissimo ristorante gourmet panoramico.
Il One World Trade Center è aperto tutti i giorni, con orario estivo da maggio a settembre dalle 9 alle 22, con ultimo ingresso alle 21:15; con orario invernale da ottobre ad aprile dalle 9 alle 20, con ultimo ingresso alle 19:15. Il biglietto d’ingresso ha un costo di circa 30 euro, anche se potrete trovare comode soluzioni con combinazioni per la visita anche ad altre attrazioni circostanti, come il Memoriale 9/11. Ricordate che, soprattutto dopo gli attentati dell’11 settembre, a New York ci sono rigide regole di controllo degli ingressi dei visitatori, quindi evitate di portare con voi oggetti che potrebbero risultare pericolosi nei controlli o che potrebbero attivare i metal detector, così da evitare di rischiare di non essere ammessi alla visita. Se non volete alzarvi all’alba per accaparrarvi i primi posti all’ingresso, potrete sempre acquistare il biglietto online sul sito ufficiale; ricordate che vi verrà chiesta, al momento della prenotazione, la data e l’ora della visita.

Questo libro potrà risultarvi utile nella vostra visita al One World Trade Center.

Guide

Se state progettando una gita al One World Trade Center, vuol dire che vi trovate nella Grande Mela per un viaggio fatto di luci e colori incredibili. Non perdetevi nessun angolo di New York, perché questa città vi regalerà emozioni uniche. Il consiglio è quello di visitare tutti i punti di maggior interesse della città dal meraviglioso Central Park, il polmone verde di New York. Qui, oltre a prendervi nella bellissima vegetazione, potrete ammirare lo wskyline newyorkese e fotografare gli angoli più belli, rivivendo tantissime scene di film famosi. Se amate il brivido dell’altezza e di una vista mozzafiato, oltre al One World Trade Center, ad oggi il grattacielo più alto degli Stati Uniti d’America, non perdetevi il panorama unico dal Top of the Rock e dal famosissimo Empire State Building, simbolo della città e del sogno americano. Inoltre, prendete il battello e recatevi sull’isolotto della Statua della Libertà, per fotografare la famosa signora da tutte le angolazioni e visitare il bellissimo museo sull’immigrazione; non potrete fare a meno, poi, di fotografare, nel vostro viaggio in battello, lo spettacolare wskyline da cui spicca il One World Trade Center. E nella vostra visita alla Freedom Tower, non dimenticate di immergervi nel toccante museo del Memoriale 9/11, perché le emozioni che vi attraverseranno saranno fortissime: vivrete tutto il terrore, la desolazione e la sofferenza di quel giorno che ha cambiato il volto della storia del XXI secolo, non solo negli Stati Uniti d’America, ma in tutto il mondo. Osservate le immagini, ascoltate i suoni ed i rumori riprodotti, portate con voi i volti delle persone che quel giorno hanno perso la vita o si sono trasformati in angeli ed eroi per risollevare la testa di fronte alla barbarie del terrorismo.

Una guida, per poter pianificare tutto al meglio, è assolutamente indispensabile, poiché New York è enorme ed organizzare il vostro tempo è certamente fondamentale. La Lonely Planet è sempre e da sempre sinonimo di qualità in fatto di guide, perché vi condurrà anche nei luoghi più inaspettati e meno turistici di una città in continua evoluzione, facendovi scoprire anche chicche gastronomiche come bellissimi localizzi in cui gustare i famosi spaghetti with meatballs.

Avete poco tempo per vivere al meglio la Grande Mela ed avete il timore di non poter fare e vedere tutto ciò che vorreste? Con questa guida riuscirete a pianificare un tour completo di New York in soli cinque giorni.

E se le vostre tasche piangono, abbiamo la guida perfetta anche per voi, per gustarvi appieno New York senza spendere una fortuna!

Ed allora, cosa resta se non augurarvi buon viaggio nella magica Grande Mela!

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche