Perugia: cosa vedere in un giorno? 5 luoghi imperdibili

Cosa vedere a Perugia in un giorno? Per dire di essere stati davvero a Perugia, ci sono luoghi che non possono mancare in itinerario. Ecco quali sono.

Perugia è una tappa stupenda per chi ama viaggiare in Italia. Anche se non è una delle attrazioni turistiche più famose del Bel Paese, ma è anche vero che passare una giornata qui vuol dire trovare una cittadina ricca di attrazioni da vedere

E da assaggiare! Infatti, la tradizione enogastronomica dell’Umbria regala grandi soddisfazioni ai turisti e una riscoperta continua per gli abitanti. Quali sono le attrazioni da vedere a Perugia in un giorno? Scopriamole insieme!

Perugia, cosa vedere in un giorno

Perugia andrebbe esplorata per almeno una settimana, anche contando gli eventi che caratterizzano questa città. Chi ha poco tempo, però, può dedicare un solo giorno alla visita dei luoghi più suggestivi.

Quali sono?

1. Piazza Italia

Piazza Italia è il cuore dello shopping perugino. Qui si possono trovare anche bar e ristoranti. Per raggiungere il centro, si può prendere l’autobus dalla stazione Fontivegge. In auto, invece, si arriva al raccordo autostradale Perugia-A1, uscita Madonna Alta e si arriva a Pian di Massiano. Poi si arriva alla piazza prendendo il Minimetrò. Corso Vannucci collega Piazza Italia a Piazza IV Novembre.

2. Piazza IV Novembre

I monumenti di questa piazza sono assolutamente da vedere. La prima attrazione è la Fontana Maggiore. Risale al Duecento ed è opera di Nicola Pisano. Poi c’è da scoprire la porta nord del Duomo e la Loggia di Braccio Fortebraccio. La piazza si collega al resto di Perugia passando per un suggestivo vicolo, via Maestà delle Volte. Da qui si arriva a Piazza Cavallotti.

Palazzo Manzoni oggi ospita la Facoltà di Lettere e Filosofia. Nella zona si può ammirare anche il Teatro Morlacchi. Realizzato nel lontano 1781, ancora oggi è la sede di diversi spettacoli. Tramite una stradina si accede all’Arco di via Appia. Da qui, si arriva all’Acquedotto Medioevale, dopo una scalinata.

3. Acquedotto Medioevale

Datato intorno al Ducecento, l’acquedotto serviva a portare acqua alla Fontana Maggiore vista prima. Quando furono realizzati i lavori per l’impianto idrico di Perugia nel 1835, l’acquedotto medioevale divenne un percorso pedonale.

4. Piazza Danti

Piazza Danti si trova risalendo verso il centro storico. Qui si possono scoprire il Pozzo Etrusco e la Cappella di San Severo. Il Pozzo fu scoperto nei sotterranei del palazzo signorile Bourbon-Sorbello e fu datato intorno al III secolo a.C. Si accede solo paganto il biglietto, che comprende anche l’accesso alla cappella. Da vedere anche il Teatro Turreno. Iniziò la sua attività nel 1891 e si chiama così per via delle torri di Perugia, che all’epoca veniva chiamata “turrena” proprio per questo motivo.

5. Chiesa di San Severo

Proseguendo per via Raffaello, si passa dal Rione di Porta Sole. La chiesa di San Severo (da non confondere con la cappella) si trova qui. La chiesa è da vedere, perché ospita il ciclo di affreschi della Trinità di Raffaello e il completamento dell’opera da parte del Perugino.

Scritto da Annarita Faggioni
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Perugia di sera: cosa fare e vedere

Aurora boreale in Svezia: quando e dove vederla

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media