Notizie.it logo

Piramide monolite sommersa nelle acque giapponesi

Piramide monolite sommersa nelle acque giapponesi

Le acque blu zaffiro che circondano le spiagge di sabbia bianca, a più di 300 miglia da Okinawa fino alle estreme isole meridionali del Giappone, nascondono delle meraviglie nelle sue profondità.

Uno dei tesori più imponenti e ben conservati si estende per circa 240 piedi di lunghezza e 90 piedi in larghezza, giungendo fino alla costa orientale di Yonaguni Jima, situata all’estremità meridionale delle isole.

Il monolite a piramide si trova a circa 82 piedi al di sotto della superficie del mare. Le forti correnti marine, lo preservano dall’accumulo di corallo sulle sue mura e da qualsiasi possibile danno. Questa struttura somiglia ad altri monumenti funebri, in granito di tipo arenario, ritrovati vicino Noro e il Castello di Nakagusuku, Okinawa.

Tali rovine appartengono al distretto di Yonaguni, per cui ricercatori e subacquei possono visitare il sito senza alcun costo. L’acqua raggiunge temperature che vanno da 72 a 86 gradi, in relazione al periodo dell’anno, garantendo un’ottima visibilità sui fondali. Gli squali martello si ritrovano in quest’area da gennaio a marzo. Rovine di dimensioni più contenute si trovano, a circa 20 piedi sotto il livello del mare, al largo delle isole Aguni e Kerama, situate tra Yonaguni e Okinawa. Generalmente, affidandosi a delle agenzie di viaggio si possono acquistare dei pacchetti soggiorno che offrono anche dei tour guidati delle isole, con diving per visitare le rovine non solo nell’isola di Yonaguni ma anche Aguni e Kerama, nonché lezioni settimanali con conseguimento di certificazioni per subacquei.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche