Porto Canale Leonardesco di Cesenatico: informazioni e visita

Uno dei monumenti più importanti di Cesenatico è il Porto Canale Leonardesco, un luogo speciale da visitare.

Uno dei monumenti più celebri e importanti della città di Cesenatico è il Porto Canale Leonardesco. Scopriamo la storia e tutte le informazioni necessarie per la visita.

Porto Canale Leonardesco di Cesenatico

Il porto-canale di Cesenatico è il luogo distintivo della cittadina della riviera romagnola, diventata il simbolo del luogo.

Venne scavato durante i primi del XIV secolo dal Comune medievale di Cesena, su commissione di Cesare Borgia, e ancora oggi rappresenta un monumento ricco di fascino.

A rendere quest’opera, una delle più importanti dell’Emilia Romagna, è l’impronta lasciata dal famoso artista e inventore Leonardo Da Vinci. Conosciamone, quindi, la storia e il ruolo ricoperto oggi da questo meraviglioso luogo.

cesenatico

Advertisements

La storia

Il Comune di Cesena, dopo aver commissionato i lavori per la costruzione del porto, lo dota anche di una piccola fortezza per la sua difesa.

Il 6 settembre 1502 vi si reca Leonardo di Vinci, incaricato da Cesare Borgia di verificare le infrastrutture civili e militari del nuovo ducato di Romagna. Durante la visita Leonardo realizza due disegni del porto canale, una veduta a volo d’uccello e una pianta quotata e orientata, entrambi presenti nel “Codice L”, uno dei suoi taccuini di appunti, conservato a Parigi alla biblioteca dell’Institut de France.

Non vi sono, tuttavia, documenti che provano che il Porto Canale di Cesenatico sia stato esito di una progettazione leonardesca. Tuttavia il “passaggio” di Leonardo ha avuto una forte valenza per la comunità locale. Questo, infatti, portò a far definire il Porto Canale “Leonardesco”.

Altri luoghi

Lo storico porto è l’asse portante del centro storico cittadino e bagna le vie Carlo Armellini, Giordano Bruno, il Corso Giuseppe Garibaldi e via Marino Moretti.

Lungo il canale, inoltre, sono presenti alcuni importanti luoghi cittadini, come la Casa museo “Marino Moretti”, piazza Pisacane, la pescheria del 1911 e piazza Ciceruacchio.

Inoltre, lungo le sponde si trova anche il Museo della Marineria, un museo ospitato in parte all’aperto sulle acque stesse del porto-canale.

Al porto, in più, si svolgono periodicamente manifestazioni come la Cuccagna dell’Adriatico e il Presepe della Marineria. Questo punto vibrante di Cesenatico fa anche da sfondo alle molteplici manifestazioni che hanno qui luogo, come feste e sagre gastronomiche.

Ad oggi questo luogo è una tappa obbligatoria per turisti e amanti dell’architettura, che accorrono per visitare l’opera a cui contribuì il celebre Leonardo da Vinci.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Valle del Belbo: cosa vedere, la guida

Antrodoco: cosa vedere, la guida

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.