Priverno, cosa vedere nel meraviglioso borgo del Lazio

Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Priverno, nella provincia di Latina, un gioiello del Lazio.

Il piccolo comune laziale di Priverno è una vera chicca del Lazio e per visitarla è importante selezionare cosa vedere. Infatti, sono tanti i punti d’interesse storico e culturale da esplorare in questo splendido borgo della provincia di Latina. Scopriamo, quindi, quali sono i luoghi che meritano una visita.

Priverno, Lazio: cosa vedere

Un mix di palazzi storici, antiche abbazie ed una storia lunga quanto importante. Priverno è un gioiello del Lazio, incastonato nella provincia di Latina, anche noto come Piperino fino al 1927.

La città di Priverno, situata nel cuore della valle dell’Amaseno, sorge su un’area di modeste alture, facente parte del sistema collinare dei Monti Seiani. Le origini di Priverno risalgono al periodo protostorico laziale, e la sua storia compare nelle opere di Tito Livio, che la descrive come un potente centro Volsco del IV secolo a.C..

Infatti, come colonia romana, Privernum divenne una città ricca e molto sviluppata, nel periodo che va dalla Repubblica al primo secolo dell’impero.

In seguito a invasioni e incursioni da parte di Saraceni e barbari, la città visse il suo declino. Della sua immensa storia fanno da testimoni gli importanti monumenti storici che ancora oggi fanno della città un vero capolavoro storico e artistico. Vediamo, quindi, quali sono le attrazioni più interessanti da non perdere a Priverno.

Priverno

Abbazia di Fossanova

Uno dei luoghi di culto più famosi della zona è l’Abbazia di Fossanova. Questa, secondo alcuni studiosi, rappresenta il primo esempio in Italia di stile gotico cistercense, che accoglie la tomba del Dottore della Chiesa san Tommaso d’Aquino, morto nell’abbazia nel 1274.

Si possono ancora oggi visitare le stanze che ospitarono il santo patrono di Priverno. La data di inizio delle costruzioni dell’abbazia risale al 1187, e terminarono solamente nel 1208.

Parco Archeologico Privernum

Il Parco Archeologico Privernum si trova nella piana di Mezzagosto lungo la Strada statale 156 dei Monti Lepini. Questa zona corrisponde a una parte dell’antica Privernum e conserva un tratto della cinta muraria di epoca romana. Custodisce, infatti, tre case patrizie di epoca repubblicana, un grande edificio termale e i resti di un tempio da alcuni identificato come il Capitolium. Gli scavi, inoltre, hanno portato alla luce raffinatissimi mosaici di età ellenistica che ornavano i pavimenti. Negli scavi di fine Settecento furono rinvenute la colossale statua di Tiberio seduto e una testa in marmo dell’imperatore Claudio, un busto sempre di Claudio, e un altro del generale Germanico.

Palazzo Comunale

Di grande interesse storico è anche il Palazzo Comunale, un’importante edificio gotico situato nel cuore del borgo. Il palazzo è caratterizzato da tre grandi archi ed è sormontato da un grande orologio.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Borghi d’Italia da visitare in autunno: la magia dei borghetti

Borghi d’Italia da visitare a Natale: la top 5

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.