Notizie.it logo

10 quartieri ‘cool’ secondo il The Guardian: c’è anche l’Italia

10 quartieri 'cool' secondo il The Guardian

10 quartieri 'cool' secondo il The Guardian: le zone da non perdere in Italia ed Europa.

Il famoso quotidiano britannico The Guardian ha da poco pubblicato una classifica dei quartieri più cool d’Europa. In questa classifica ci sono quartieri più o meno conosciuti, alcuni molto amati dai turisti, e altri, invece, poco frequentati. Nella Top 10 c’è anche l’Italia, che aspetti, consulta la classifica.

10 quartieri ‘cool’ secondo il The Guardian

La classifica del The Guardian è:

  1. Järntorget/Långgatorna, Gothenburg
  2. University Quarter, Brussels
  3. El Cabanyal, Valencia
  4. Bonfim, Porto
  5. Neukölln, Berlin
  6. Powiśle, Warsaw
  7. Holešovice, Prague
  8. Ostiense, Rome
  9. Dorćol, Belgrade
  10. Quartier de la Réunion, Paris

Come abbiamo visto, all’ottavo posto si è classificato il famoso quartiere romano di Ostiense. Ma il famoso quotidiano non si è, ovviamente, limitato a stilare una classifica. Infatti, ha anche raccontato un po’ la vita del quartiere, quali sono i luoghi da vedere e cosa mangiare.

quartiere ostiense

Quartiere ostiense

Il quartiere di Ostiense, situato sul fiume Tevere, un tempo era un’area industriale con centrali elettriche, nonché un porto fluviale irrequieto. Questa zona prende il nome da Via Ostiensis, una strada antica che partiva dal mercato del bestiame e giungeva fino alla città portuale di Ostia.

Il quartiere è del tutto rinnovato, spogliandosi del suo vecchio aspetto industriale, in cerca di nuova vita. Non mancano ristoranti, street art e bar. Un quartiere popolato da studenti, e da stranieri, attratti dai prezzi moderati degli affitti. In più, Ostiense è servita dalla linea metropolitana che la collega facilmente al resto della Capitale.

Cosa vedere

In questo quartiere i turisti amano visitare una delle quattro basiliche più importanti della città. Parliamo, naturalmente, di San Paolo Fuori le Mura.

Non è troppo frequentata, perché distante dal centro storico della città, ma è comunque piena di meraviglie da non perdere. In più, è il luogo perfetto per rilassarsi a fine giornata.

Sempre in questo quartiere si trova la Centrale Montemartini, definito dal The Guardiano come “il museo più sottovalutato di Roma“. Questo, in origine, era una centrale elettrica abbandonata fino al 2005, quando è stato scelto per ospitare opere d’arte dei Musei Capitolini.

Centrale Montemartini

Uno dei luoghi simbolo del quartiere Ostiense, però, è l’antica piramide di Caio Cestio, che risale al 12 a.C. La piramide è visitabile con una visita guidata nel il terzo e il quarto sabato e domenica di ogni mese.

piramide di Caio Cestio

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche