Notizie.it logo

Raccolta funghi Asiago, permesso e sanzioni

raccolta funghi asiago

Una meta perfetta per gli appassionati di raccolta funghi, è Asiago, attenzione però alle regole.

La normativa di legge che regola la raccolta funghi, i permessi e le eventuali sanzioni, ha subito delle variazioni mediante l’entrata in vigore delle “Modifiche e integrazioni alla Legge Regionale 19 agosto 1996, n. 23 – Disciplina della raccolta e commercializzazione dei funghi epigei freschi e conservati” datata 31/01/2012.
Le differenze col precedente regolamento, servono perché ci sia maggiore disciplina in questo ambito. Scopriamo tutto sul regolamento del comune di Asiago.

Raccolta funghi Asiago, informazioni utili

La ricevuta del versamento del contributo costituisce il vero e proprio titolo per la raccolta e sostituisce pienamente il tesserino che veniva precedentemente utilizzato. Il quantitativo che è possibile raccogliere giornalmente viene innalzato da 2 a 3 kg, per un massimo di 1 kg per tipologia di funghi di cui illustreremo le specifiche nei paragrafi successivi. Le sanzioni amministrative in caso di trasgressioni vengono implementate, per scoraggiare gli irresponsabili e favorire chi segue le regole indicate.

Esenzioni dal titolo di raccolta

Per quanto riguarda il versamento contributivo per la raccolta, che equivale ad una vera e propria autorizzazione, non é dovuta nei seguenti casi:

  • se si è proprietari di terreni su cui avviene la raccolta;
  • se si è usufruttuari, conduttori, familiari, regolieri, titolari di diritti su aree comuni;
  • oppure aventi diritto di uso civico sui terreni setacciati.

In tutti i casi qui specificati si è esenti dal versamento pecuniario a titolo autorizzativo.

Orario consentito

Per tutti coloro che si impegnano in questa attivitá, l’orario é unico e comprende il periodo dall’ora prima che il sole sorga all’ora successiva al tramonto.

Anche il non rispetto dell’orario indicato, indica sanzioni di tipo amministrativo in forma di multa monetaria.

Costi dei titoli

Il versamento contributivo equivale a 75 € nel caso in cui si voglia usufruire del titolo a carattere annuale ed è valido fino al 31 dicembre dell’anno in cui viene effettuato. La cifra per la validitá mensile è di 45 € e comprende i 30 giorni successivi alla data di rilascio; il contributo per la raccolta giornaliera è invece di 10 € e dà il permesso per un giorno solo.

Gli uffici competenti sono tutti i soggetti pubblici e privati che collaborano con l’Unione Montana e, naturalmente, la sede stessa dell’Unione Montana ad Asiago.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare, in orari d’ufficio, l’Unione Montana.

Agevolazioni

Per alcuni soggetti particolari sono previste delle agevolazioni:

  • i residenti godono del completo esonero dal versamento monetario nelle giornate di Lunedì, Martedì, Venerdì, Sabato e Domenica;
  • i portatori di handicap non devono versare il contributo e possono accede alla raccolta nelle giornate di Martedì, Venerdì e Domenica;
  • gli aventi diritto ad uso civico, seppure non risultino residenti, sono esonerati dal pagamento delle somme e possono raccogliere i funghi in giornate a loro dedicate.

Sanzioni

Per quanto riguarda il non rispetto delle normative vigenti, le sanzioni pecuniarie sono diverse a seconda delle trasgressioni commesse.

Per la raccolta funghi senza autorizzazione la multa é di 125 euro e per ogni chilo di funghi in eccesso raccolto la sanzione si aggrava. I funghi raccolti o conservati in modo scorretto vengono sequestrati e distrutti.

Specifiche sui funghi

Esiste un elenco di 14 tipi di funghi, che vanno raccolti per un massimo di 1 kg giornaliero:

  • pioppini;
  • ovolini;
  • porcini;
  • fungo di San Giorgio prugnolo;
  • finferlo gallinaccio;
  • finferla;
  • polyporus;
  • prugnolo;
  • trombetta da morto;
  • mazza da tamburo;
  • spugnola;
  • morette;
  • verdone.

Non è permesso, inoltre, raccogliere esemplari di funghi in stato di ovolo o non completamente dischiusi, perché è più facile che vengano scambiati con specie velenose, e perché in questo modo non si permette che le spore possano diffondersi nell’ambiente circostante e dare vita ad altri funghi.

spugnola

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Leggi anche