Racconigi, il castello e le sue meraviglie

Tutte le informazioni sulla storia e la visita al Castello di Racconigi.

Tra i luoghi più importanti da visitare nella cittadina di Racconigi, in provincia di Cuneo, il più famoso è il Castello. Una dimora storica appartenuta alla famiglia dei Savoia e che continua ad affascinare ancora oggi, quasi mille anni dopo la sua costruzione.

Scopriamo, quindi, quali sono i dettagli sulla struttura, le curiosità e le informazioni per la visita.

Racconigi: il castello

Il castello reale della provincia di Cuneo, ma poco distante da Torino, è uno dei più importanti monumenti del Piemonte.

Durante i secoli, la dimora reale di Racconigi ha subito una serie di rimaneggiamenti, diventando anche di proprietà dei Savoia. In seguito fu residenza ufficiale del ramo dei Savoia-Carignano e, successivamente, fu eletto sede delle «Reali Villeggiature» della famiglia reale dei re di Sardegna nei mesi estivi e autunnali.

Advertisements

Negli anni la sua fama è accresciuta, diventando un polo culturale importantissimo, registrando oltre 200.000 visitatori l’anno.

Fa, inoltre, parte del circuito delle Residenze Sabaude del Piemonte e dal 1997 è parte del sito seriale residenze sabaude compreso nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

Castello

Le cicogne del castello

Oltre agli splendidi interni del castello, qui si può visitare il suo vasto Parco che si trova nel retro. Inoltre, a circa 3 chilometri dalla Residenza Reale si trova un Centro per la salvaguardia delle cicogne e anatidi.

Il centro cicogne e anatidi LIPU di Racconigi dispone di un ampio parcheggio gratuito e numerosi servizi. Non manca, infatti, un centro visite con materiale didattico, un’area pic nic e servizi igienici, un bar-ristorante con la biglietteria e una piccola zona con souvenir.

Una piccola deviazione ideale, quindi, da non perdere, soprattutto con i più piccoli, quando si desidera visitare il castello.

Il castello e le sue serre

In fondo al vasto territorio, il re Carlo Alberto fece costruire un grande complesso agricolo in stile neogotico-romantico inglese, la Margaria. Ben presto la cascina diventò centro di attività produttive e di sperimentazione di tecniche botaniche, agrarie e zootecniche, nonché azienda agraria modello

All’interno del complesso della Margarìa sorge anche l’elegante struttura delle Serre Reali, opera di Carlo Sada, con un sistema di riscaldamento all’avanguardia per l’epoca.

Serre racconigi

Visita al castello

Il meraviglioso castello è aperto al pubblico da giovedì a domenica dalle 9.00 alle 19.00, con l’ultimo ingresso alle 18. Invece, rimane chiuso dal lunedì al mercoledì.

Invece, gli orari del parco sono giovedì e venerdì dalle 9.30 alle 12.00, con l’ultimo ingresso alle 11.30, e dalle 14.30 alle 18.30 con l’ultimo ingresso alle 18.00. Il sabato e la domenica l’apertura del parco è dalle 9.30 alle 18.30, con l’ultimo ingresso alle 18.

Il costo del biglietto è di 5 euro interno, ridotto a 2 euro per i ragazzi dai 18 ai 25 anni. Invece, il biglietto per visitare il parco costa 2 euro.

L’ingresso, invece, è gratuito per: minori di 18 anni; docenti delle scuole italiane pubbliche e private paritarie con presentazione della certificazione del proprio stato di docente; studenti delle facoltà di Architettura, Lettere e Filosofia; titolari dell’Abbonamento Musei e Torino+Piemonte Card; personale MiBACT; membri ICOM; giornalisti muniti di tessera professionale; persone con disabilità e relativi accompagnatori.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Torino capitale del Design 2020: l’evento sulla creatività

Cosa vedere vicino Gravina in Puglia: le attrazioni

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.