Le strade del vino in Piemonte

Il Piemonte è tra le prime regioni italiane per quantità di vino prodotto e, grazie alle sue 7 DOCG e alle 43 DOC, è sicuramente tra le migliori anche per quanto riguarda la qualità.

Tra i vini locali più pregiati, ricordiamo il Barolo, il Barbaresco, il Gattinara ed il Ghemme.

Lungo le aree di produzione di questi eccellenti vini oggi si sviluppa un fitto reticolato di “strade del vino” atte a valorizzare e promuovere questi prodotti dell’agricoltura locale.

In particolare, La Strada del Barolo e dei grandi vini di Langa, inaugurata nel 2006, unisce i comuni di Barolo,Castiglione Falletto, Dogliani, GrinzaneCavour,La Morra, Monchiero, Monforte, Montelupo, Novello,Roddi, Roddino, Rodello, Serralunga, Sinio e Verduno e Diano d’Alba, per celebrare il vino che per primo è stato in grado di competere con i grandi rossi francesi di Bordeaux.

Un altro imperdibile percorso è la Strada del Vino dell’Alto Monferrato, alla scoperta della culla del Moscato e del Brachetto, tra fitti appezzamenti di vigneto separati da stradine di ghiaia bianca percorribili a piedi o in mountain bike per immergersi a fondo nei colori e negli aromi della vigna, passando, in cucina, dai sapori forti della bagna cauda e quelli dolci e semplici della Tirà o dei “coppi di tegola”, perfetti compagni del Moscato.

L’itinerario attraversa anche la città la città termale di Aqui, occasione ulteriore di benessere e relax.

La Strada del vino del Canavese ti permetterà di scoprire un angolo incantato di natura inviolata e selvaggia, ricco di storia e di suggestioni: attraverso affascinanti itinerari si possono scoprire i numerosi laghi morenici, le verdi vallate e l’area del vigneto certificato, immersi in un’atmosfera densa di profumi e di colori. I tre maggiori vini prodotti sono l’Erbaluce, il Caremma e il Canavese.

Infine la Strada del vino Astesana, e la recente Strada del vino dei colli Tortonesi consentono di conoscere la provincia di Asti, terra del Barbera e del Grignolino, nonché di altri prodotti enogastronomici di eccellenza, primo fra tutti il tartufo, e la zona dei colli della provincia di Alessandria, e ancora poco conosciuti dal turismo di massa e legati strettamente alle tradizione e ai sapori della vicina Liguria e ancora di più a quelli dell’Oltrepò pavese, attraversati dal passaggio della storica via del sale.

Scritto da Silvia Antona
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Le strade del vino in Veneto

Che tempo fa a Santo Domingo ad Agosto

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.