Notizie.it logo

Tel Aviv, cosa vedere e mare

tel aviv

Tel Aviv, la metropoli giovane che attira sempre più turismo, tra mare e affascinanti quartieri.

Tel Aviv, la città dai mille volti, affacciata sul mare, negli ultimi anni è diventata una meta turistica ideale per chi è alla ricerca di un mix di divertimento, spiagge, arte, cultura e locali notturni.

Tel Aviv è una metropoli giovane, non solo per il fatto di avere una storia di poco più di cento anni, ma anche perché la popolazione ha un’età media molto bassa.

Il clima dolce e benevolo nel corso di tutte le stagioni, favorisce le visite dei turisti in ogni periodo dell’anno, ma soprattutto in estate è un luogo magico dove trascorrere splendide vacanze.

La dimensione della città, piuttosto ridotta, permette di girare a piedi la parte vecchia e girovagando per le sue strade, si nota subito la mescolanza di stili architettonici: se il lungomare è dominato dallo skyline di grandi alberghi, nei quartieri interni si incontrano palazzi dall’aspetto invecchiato che sembrano arrivare da un’altra epoca.

Se state pensando di partire per Tel Aviv , consigliamo di consultare expedia per le migliori offerte sui voli, invece per i migliori hotel e B&B consigliamo di dare un occhio a booking

Cosa vedere a Tel Aviv

Quartieri

Neve Tzedek è un rione caratterizzato da edifici in stile orientale e piccole viuzze, dove potete trovare ristoranti di lusso, boutique e botteghe d’artigianato. La sera molti caffè e bistrot, si trasformano in locali per ascoltare musica jazz suonata dal vivo.

Florentin è un quartiere dove, passeggiando tra le sue strade, si respira una piacevole atmosfera “fricchettona”. I muri dei palazzi sono affrescati con murales dai colori vivaci ed è un piacere osservarli seduti ad uno dei tanti caffè dallo stile bohemien. Tra le vie di questo quartiere troverete anche diversi locali in cui degustare ottime birre artigianali e gallerie d’arte molto eterogenee.

Kerem Hateimanim è sede del famoso Carmel Marke ,dove si può acquistare di tutto, ma la parte più caratteristica è quella che riguarda i prodotti alimentari e i souvenirs.

Infine da non perdere è un visita a Jaffa, l’antico porto, che oggi è una zona di ritrovo di artisti, in cui pullulano i negozi di antiquariato, i librai e le botteghe artigiane che producono saponi dai profumi orientali e gioielli etnici con pietre colorate.

Arte e cultura

Il Museo della terra di Israele ed il Museo d’Arte di Tel Aviv, sono i due principali centri dell’arte classica e contemporanea ed anche della cultura del paese, ma se siete curiosi di incontrare forme d’arte nuove e coraggiose, in Gordon Street potete trovare numerose gallerie d’arte che espongono le opere di artisti israeliani emergenti.

Dal punto di vista architettonico, l’influenza Bauhaus si manifesta in numerosi edifici dalla linea squadrata, geometrica e pulita, tanto da poter vantare, in questa città tutto sommato piuttosto piccola, la più grande concentrazione mondiale di case Bauhaus, ed il fulcro lo possiamo collocare nell’area che va da Rotschild Avenue e Shenkin Street.

Spiagge e mare a Tel Aviv

A Tel Aviv potete scegliere tra otto spiagge, disposte su quattordici chilometri di litorale, con acque cristalline, ognuna a misura dei diversi tipi di clientela.

La più popolare è Mezizim, ben attrezzata e per via delle sue acque poco profonde, è perfetta per le famiglie con bambini piccoli.

Al calar del sole diventa un luogo frequentato dai giovani israeliani, che si godono lo spettacolo del tramonto in riva al mare.

Jerusalem beach è in posizione centralissima, anche questa è una spiaggia per famiglie, molto organizzata ed ha un ristorante, posizionato direttamente sul mare.

Nordau o anche conosciuta come “il lido separato“, è una spiaggia dedicata alle donne e agli uomini a giorni alternati, solo il sabato, dal momento che durante lo Shabbat gli ebrei osservanti non vanno in spiaggia, è aperta a tutti.

Hilton beach è posizionata sul lungomare di Tel Aviv ed così chiamata per via del grande omonimo albergo prospiciente.
E’ una spiaggia molto emancipata, tanto da essere definita la zona più gay-friendly dove trascorrere le vacanze, ed è segnalata da chioschi allegramente dipinti con il colori dell’arcobaleno.

Per gli amanti del wind surf è un luogo paradisiaco dal momento che possono surfare anche di notte grazie a giganteschi fari illuminanti.

Anche gli amici a quattro zampe sono i benvenuti nella parte nord della spiaggia, chiamata The dog Beach.

Quando il caldo della giornata si affievolisce e si alza una piacevole brezza, è un piacere godere la bellezza del tramonto a Drummers Beach dove, soprattutto nel weekend, i ragazzi si danno appuntamento per guardare il sole mentre scompare, tuffandosi nel mare al di là del porto di Jaffa.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche