Notizie.it logo

5 motivi per visitare Gozo a dicembre

Gozo, Malta

Una Gozo invernale, da scoprire a dicembre. Ecco i motivi per visitare Malta e questa città.

Partiamo alla scoperta della maltese Gozo e dei motivi per fare una visita a dicembre.

Isola nei pressi di Malta, di cui fa parte, Gozo è situata nelle splendide acque del Mediterraneo ed è divenuta nel corso del tempo una rinomata meta turistica. Recentemente l’isola di Gozo è salita alla ribalta delle cronache mondane in quanto set dell’ultimo film della coppia Brad Pitt e Angelina Jolie. Tuttavia, non è questo che rende Gozo una bellissima località da visitare. Ecco quindi cinque motivi per fare un viaggio anche su quest’isola anche a dicembre.

– Paesaggi naturali e marini: Gozo offre degli spettacolari ambienti naturali, spiagge e fondali marini, in cui immergersi. Dalla bellissima baia di Ramla a Dwejra, con la sua suggestiva “finestra azzurra”, la bellezza naturale di quest’isola è mozzafiato;

– Betlemme nel Mediterraneo: nel periodo natalizio a dicembre, vi è la ricostruzione di Betlemme vicino al porto, nei pressi dell’altura di Ghajnsielem, con capanne arredate e ambientazioni fedeli di scene, con tanto di mulini, pecorelle ed antichi carpentieri;

Templi megalitici: nei pressi di Gantjia sorge un complesso megalitico, tra i più grandi d’Europa, risalente a circa 5.000 anni fa e simile per estensione al celebre sito inglese di Stonehenge;

– Patrimonio architettonico: a Rabat (o Victoria secondo i britannici) si trova una suggestiva cittadella fortificata da cui è possibile ammirare un panorama eccezionale e al cui interno è possibile visitare la splendida chiesa di S.Maria, risalente al XVII° secolo;

– Cucina: a Gozo, come sulle altre isole maltesi, vi è una rinomata tradizione gastronomica risultato delle influenze mediterranee, in particolare italiane e turche.

Da assaggiare il polipo ripieno, i “pastizzi” (bocconi di pasta sfoglia farciti con ricotta o purè di piselli) e la “ftira maltese”, del pane farcito con tonno, pomodori, sottaceti e olive.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche