Notizie.it logo

Campi di lavanda in Provenza: alla scoperta dei profumi

dove trovare campi di lavanda in Italia

Un viaggio attraverso le magiche Routes de la Lavande, le vie della lavanda, in Provenza, nel sud della Francia. Tra i mille campi lilla, vi consiglieremo quali non perdere assolutamente, perdendovi tra profumi antichi. Vi daremo anche qualche spunto utile per l'acquisto di regalini e ricordi della Provenza, ovviamente tutto rigorosamente a base di lavanda!

Un viaggio attraverso le magiche Routes de la Lavande, le vie della lavanda, in Provenza, nel sud della Francia. Tra i mille campi lilla, vi consiglieremo quali non perdere assolutamente, perdendovi tra profumi antichi. Vi daremo anche qualche spunto utile per l’acquisto di regalini e ricordi della Provenza, ovviamente tutto rigorosamente a base di lavanda!

Lavanda

La lavanda è una pianta mediterranea amata per il suo colore e, soprattutto, per il suo profumo. Tutti, almeno una volta, abbiamo coltivato questa graziosa pianta sul balcone; alla lavanda vengono attribuite numerose proprietà: sedative, antispastiche, antinfiammatorie ed antimicrobiche. In particolare, l’olio essenziale che si ricava da questa pianta è utilizzato per numerosi scopi. Per lenire le punture di insetto o le scottature, basterà unire poche gocce di olio essenziale di lavanda all’olio d’oliva e strofinarlo sulla pelle. L’effetto di sollievo sarà immediato; un altro uso dell’olio essenziale di lavanda è nei massaggi, poiché ha un effetto rilassante; utilizzatelo nell’acqua del pediluvio per togliere stanchezza ai vostri piedi, oppure massaggiatelo sulle tempie per lenire il mal di testa.

Avete il raffreddore? Unite all’acqua bollente bicarbonato e qualche goccia di olio di lavanda, l’effetto calmante sarà immediato! I fiori essiccati di lavanda, invece, sono utilizzati soprattutto come naturale profumazione di armadi e cassetti. Inoltre, possono essere utilizzati per la preparazione di saponi profumati o di candele per la casa. Infine, utilizzate i fiori per preparare delle tisane rilassanti e calmanti, magari unendoli a melissa e camomilla. Essendo una tipica pianta della macchia mediterranea, la lavanda è facilmente coltivabile anche in Italia; ma la patria per eccellenza della lavanda è la Provenza. In questa regione del sud della Francia troverete 2 tipologie di lavanda La cosiddetta lavanda vera, che corrisponde alla Lavandula angustifolia, e il “Lavandin”, una pianta ibrida tra lavanda vera e lavanda spica. La lavanda vera è quella utilizzata in erboristeria, mentre il lavandino viene utilizzato per ottenere le fragranze alla lavanda.

Cosa comprare

Andando in Provenza, è impossibile non acquistare ottimi vini e mille sacchetti di lavanda essiccata! Ma non fermatevi ai classici fiori in bustina, spaziate fra i tanti prodotti a base di lavanda che potrete trovare, sia nel Museo della Lavanda, sia nelle Feste della Lavanda, sia nei tanti negozietti che incontrerete nei borghi provenzali.

Consigliatissimo è acquistare l’olio essenziale puro di lavanda, perché potrete sfruttarlo per tantissimi scopi. Mescolato alla vostra crema idratante, nei diffusori per ambienti, utilizzato per massaggi rilassanti. Se amate particolarmente il profumo della lavanda, potrete acquistare anche le acque profumate ed i profumi creati con la fragranza di questa pianta; così rivivrete ogni giorno le emozioni delle vostre escursioni nelle Vie della Lavanda. Come pensierino per parenti ed amici, potrete acquistare i classici sacchetti di fiori di lavanda essiccati, per profumare armadi e cassetti; oppure saponi profumati, candele per la casa, creme per corpo e viso. Qualsiasi cosa voi compriate, siamo certi che non tornerete dal vostro viaggio in Provenza a mani vuote!!

Quali campi di lavanda visitare

Passeggiare tra i campi di lavanda in Provenza è una delle esperienze più emozionanti da vivere, fra villaggi arroccati e colori e profumi che vi coccoleranno nella vostra vacanza. Il periodo migliore per percorrere le Routes de la Lavande va da maggio a luglio; immergersi nella campagna francese, accarezzati dalle temperature miti di inizio estate, sarà un’ondata inebriante di gioia e relax.

Per la vostra gita sulla via della lavanda, potrete scegliere come punto di partenza una delle città d’arte, come Arles o Avignone, e poi proseguire in automobile lungo le strade della Provenza.

1.Sault

Partendo da Ales o Avignone, la prima tappa è certamente Sault; borgo di circa duemila abitanti arroccato tra il Mont Ventoux, le montagne della Vaucluse e la Lure. Sito protetto dall’UNESCO, esso è circondato da meravigliosi campi di grano e papaveri e querce secolari; ma, soprattutto, è riconosciuto come la capitale provenzale della lavanda. Vale la pena visitare anche il piccolo borgo ricco di storia e godersi un buon bicchiere di vino, contemplando le spighe violacee che ondeggiano accarezzate dal vento. Non dimenticate, poi, che il 15 agosto in questo splendido borgo avviene la Festa della Lavanda; assolutamente da non perdere!

2.Coustellet ed il Parco Naturale Regionale del Luberon

Qui è possibile visitare il bellissimo Museo della Lavanda; è aperto 7 giorni su 7 dal 1 febbraio al 31 dicembre.

Gli orari sono: da febbraio ad aprile 9-12.15 e 14-18, da maggio a settembre orario continuato 9-19, da ottobre a dicembre 9-12.15 e 14-18. Aperto dal 1991, il Museo della Lavanda si trova nel meraviglioso Parco Naturale Regionale del Luberon; ed è proprio in questo parco, incluso nella Rete mondiale di riserve della biosfera dell’UNESCO, che si concentra il maggior numero di campi di lavanda. Nel cuore di questo parco sorge il Plateau de Buoux, una pianura con vista sul Mont Ventoux. Classica scenografia da cartolina, questo luogo è tra i più famosi e fotografati della Provenza.

3.Abbazia di Notre-Dame de Sénanque

A pochi chilometri dal paese di Gordes, questa abbazia cistercense del XII secolo vi rapirà per la bellezza della sua architettura, ma soprattutto perché completamente circondata da campi di lavanda. Perfetto per visitare questo magico posto è il mese di luglio, quando la fioritura della lavanda è al culmine e tutto intorno a voi sarà lilla! Ricordate che per visitare l’abbazia è necessaria la prenotazione.

4.Valensole

Antico borgo di circa duemila abitanti, simile a Sault per paesaggio e profumi.

In questo splendido borgo immerso in una vallata lilla di lavanda, si svolge un’altra caratteristica festa della lavanda, solitamente a metà luglio. Inoltre, a Valensole è possibile effettuare visite gratuite nei campi di lavanda, con dimostrazioni sui metodi di raccolta e sulla distillazione dei fiori. Ovviamente, il periodo consigliato per visitare questa splendida località è luglio, periodo di massima fioritura dei campi di lavanda e periodo della Festa della Lavanda.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
  • ZagatZagatZagat esiste dal 1979, raccogliendo le recensioni dei clienti sui vari ristoranti, bar e luoghi di intrattenimento di tutto il mondo. Prima ...