Notizie.it logo

Castello de la Roche du Roi di Aix les Bains: la storia

Castello de la Roche du Roi Aix les Bains

Come e quando visitare il castello de la Roche du Roi di Aix les Bains, in Francia.

Per gli amanti dei luoghi da favola, un castello da non perdere è quello di Aix les Bains de la Roche du Roi. Un castello ricco di storia e dalla struttura che ricorda le favole delle principesse.

Castello de la Roche du Roi

Il castello de la Roche du Roi si trova nella cittadina francese di Aix les Bains, del dipartimento della Savoia Auvergne-Rodano-Alpi, a 15 chilometri a nord di Chambery.

Il Castello de la Roche du Roi, ovvero della Rocca del Re, risale al secolo scorso e svetta su una collina che dà sulla città. Si tratta di un monumento storico con il suo mix di caratteristiche orientali e rinascimentali, che lo rendono unico nel suo genere. È circondato da una fitta foresta e attualmente è posseduto da un privato straniero, perciò le visite sono un po’ difficoltose.

La storia

La costruzione del castello, voluta da Jean Archipretre-Dugit, direttore di un hotel-caffetteria Place Carnot e del Casinò Villa des Fleurs, è iniziata nel 1897 e si è conclusa nel 1900.

Progettato dell’architetto Jules Pine, il progetto è costato oltre 496 mila franchi francesi.
Nel 1950, disabitato, l’edificio ha subito un deterioramento, perciò il designer e architetto Gilbert Duranton decidse di comprarlo e restaurarlo completamente. In quel periodo il castello ritrova una certa fama e grandi stelle del mondo dello spettacolo vi soggiornarono.

Nel corso del 1982, un acquirente estero decise di comprare il castello per smantellarlo mattone dopo mattone e ricostruirlo completamente nel suo paese. La proposta insolita è stata oggetto di numerosi articoli sulla stampa locale, fino ad impedire l’esecuzione di questo scellerato progetto.
Nel 1983, l’edificio è stato registrato nell’inventario dei monumenti storici.
Nel corso del 1998, l’edificio diviene proprietà del tedesco Zerrweck Eberhardt, che che lo acquistò per 4,5 milioni di franchi.

Questo acquisto, tuttavia, non ha giovato alla salvaguardia del palazzo. Infatti, il proprietario ha lasciato il castello in stato di abbandono.

Nel corso degli ultimi dieci anni, l’edificio ha subito molti danni. Nel 2003, una tempesta ha spazzato il tetto. Addirittura nel 2005, una granata MK22 dalla seconda guerra mondiale fu scoperta nei sotterranei del castello.
Nel 2007 una procedura di esproprio è stata avviata nei confronti del proprietario che si è più volte rifiutato di intraprendere qualsiasi ristrutturazione dell’immobile.
Intanto il monumento è diventato meta di vandali e, nel 2011, un paio di stanze del primo piano sono state distrutte da un incendio doloso.
Nel 2015, dopo una lunga battaglia legale, la città di Aix-les-Bains ha acquistato il castello al prezzo di 485 mila euro.
I lavori di ristrutturazione sono partiti nel dicembre 2016.

La struttura

Il castello della Rocca del Re è a pianta rettangolare. Dotato di una torre con una grande cupola centrale e altre 4 più piccole ai lati, ha una facciata simmetrica ed elegante.
Il cancello d’ingresso ed i balconi sono firmati Vänner, fratelli fabbri di Ginevra. Gli interni avevano pregiati pavimenti intarsiati in legno, enormi camini e molteplici decorazioni in marmo.
Chateau de la Roche du Roi è stato costruito in uno stile architettonico frutto di un mix tra palazzi orientali e castelli rinascimentali e la sua superficie conta un totale di 500 metri quadri.
Ci sono accenni barocchi, e dettagli in stile Liberty, edificio unico nel suo genere.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.