Castello Visconteo di Abbiategrasso: storia, curiosità e visita

La storia e le curiosità del magnifico Castello Visconteo di Abbiategrasso e tutte le informazioni per la visita.

Il territorio milanese è ricco di luoghi storici che risalgono a secoli passati, come il Castello Visconteo di Abbiategrasso. Una fortificazione duocentesca che ancora oggi affascina i visitatori con le sue opere e la sua storia.

Castello Visconteo di Abbiategrasso: la storia

Il Castello di Abbiategrasso, di matrice duecentesca, fu costruito su una preesistente struttura a partire dal 1381 da Gian Galeazzo Visconti. Successivamente fu fatto abbellire da Filippo Maria Visconti nel 1438.

La struttura fu strategicamente costruita in asse con il Naviglio Grande e con la strada di collegamento Milano-Vigevano.

Le prime documentazioni che provano la presenza di una fortificazione ad Abbiategrasso risalgono all’XI secolo. All’epoca, infatti, l’arcivescovo Ariberto d’Intimiano nel suo testamento parla della presenza di un castello nel borgo.

In seguito, il fortilizio, venne ampiamente modificato per intervento dei Visconti i quali, dopo aver ottenuto la signoria di Milano, dal 1381.

Castello Visconteo

Curiosità ed eventi storici

Il castello, una volta completato, divenne residenza estiva di duchesse come Bianca di Savoia e Beatrice di Tenda.

Per tale motivo la rocca venne ingentilita al proprio interno, con affreschi e munita di bifore di stile rinascimentale, tratti che donarono alla struttura l’aspetto di una residenza estiva.

Il castello di Abbiategrasso ospitò eventi di grande importanza. Infatti, dal suo matrimonio con Galeazzo Sforza nel 1468, risiedette la duchessa consorte Bona di Savoia e sempre qui nel 1469 nacque il duca di Milano Gian Galeazzo Sforza.

Ciò nonostante, il castello divenne il cuore della vita politica del Ducato di Milano per tutto il XV secolo sino al 1635. Da allora, infatti, la struttura perse la sua importanza. Il castello venne poi smantellato dal 1668 per ordine del Governatore di Milano per impedire che esso cadesse nelle mani dei francesi durante gli scontri.

Il castello oggi

Oggi il castello è Sede della Biblioteca Civica di Abbiategrasso e della Fondazione per la promozione turistica dell’Abbiatense. In più, il castello è sede privilegiata di incontri, mostre, seminari, rappresentazioni teatrali e iniziative sociali e culturali di diversa natura.

Per visitare il castello bisogna rispettare gli orari di apertura della biblioteca civica.

Gli incontri vengono organizzati anche nei sotterranei, con 99 posti a sedere. Splendida è, poi, la Sala Consiliare, da 80 posti a sedere. La sala è adibita allo svolgimento del Consiglio Comunale e pertanto tale utilizzo ha la priorità assoluta rispetto ad altri usi.

Il Castello Visconteo si trova in piazza Castello, nel centro della città, vicino alla stazione ferroviaria. La piazza è zona a traffico limitato, pertanto l’accesso ed il parcheggio di automezzi è consentito previo il rilascio di permesso da parte della Polizia Locale. Vicino al Castello è possibile parcheggiare in viale Cavallotti, alla stazione ferroviaria ed in piazza V giornate.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fiera delle innovazioni, Roma: l’edizione digitale

Ryanair: voli a 5 euro per il periodo di Natale

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media