Cattedrale Santa Maria del Fiore, Firenze: struttura e visita

Tutte le informazioni che servono per visitare la Cattedrale di Santa Maria del Fiore di Firenze.

Durante una vacanza nella splendida città di Firenze, una meta da non perdere assolutamente è costituita dalla splendida Cattedrale Santa Maria del Fiore.

Cattedrale Santa Maria del Fiore, Firenze

Il Duomo di Firenze è uno degli edifici più belli da vedere all’interno del territorio della Toscana.

Si tratta di una maestosa cattedrale costruita in un perfetto stile gotico. Anticamente, nello stesso luogo sorgeva la Chiesa di Santa Reparata, i resti della quale sono visibili all’interno della cripta. La costruzione della cattedrale iniziò durante il XIII secolo, mentre la famosissima cupola del Brunelleschi fu aggiunta nel XV secolo. La facciata della chiesa è decorata con splendidi marmi rosa, bianchi e verdi. Si tratta di una delle chiese più suggestive da vedere in Italia ed è molto interessante visitare anche i suoi interni e salire sulla meravigliosa cupola.

Advertisements

firenze

Descrizione degli interni

L’interno della Cattedrale Santa Maria del Fiore è molto più austero rispetto alla parte esterna della struttura. Nella parte centrale del pavimento si può ammirare uno splendido mosaico, caratterizzato da un’armonia e una perfezione che sono chiaramente visibili durante una visita.

Dietro la facciata si nota un orologio del 1443, opera di Paolo Uccello, con affreschi che ritraggono i quattro profeti. La parte interna della cupola è caratterizzata dalla presenza degli splendidi affreschi di Giorgio Vasari. Sul lato sinistro della navata si possono ammirare tre bellissimi affreschi. Il primo è Dante davanti alla città di Firenze, di Domenico Michelino. Gli altri due rappresentano eroiche figure a cavallo, che si ergono in posizione trionfante.

Si tratta del Monumento funerario a Sir John Hawkwood di Paolo Uccello e della Statua Equestre di Niccolò da Tolentino di Andrea del Castagno.

Biglietti e visita

La visita della Cattedrale Santa Maria del Fiore è completamente gratuita. Per ridurre il rumore che si crea all’interno della chiesa, i gruppi formati da quattro o più persone sono tenuti a noleggiare le radio o le audio guide. Il prezzo varia da 2,00 euro a 2,50 euro a persona.

Per quanto riguarda le scolaresche, è possibile usufruire di uno sconto pari al 50%. Nel caso in cui si faccia parte di un gruppo con guida, di solito la radio o l’audio guida è inclusa nel prezzo della visita guidata.

La cupola: prezzi

Per salire sulla splendida cupola della cattedrale e ammirare dall’alto il magnifico panorama di Firenze è necessario munirsi di un biglietto. Il biglietto unico comprende la visita della cattedrale, della cupola e della cripta. Consente inoltre di avere accesso al battistero, al campanile e al Museo dell’Opera del Duomo. Il prezzo del biglietto intero è di 18 euro a persona. Per i bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni il prezzo del biglietto è di 3 euro. Per quanto riguarda i bambini che hanno un’età inferiore ai 6 anni l’ingresso è completamente gratuito.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Halloween ai giardini Tivoli, Copenaghen 2020

Fonte Aretusa, Siracusa: la leggenda degli innamorati

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media