Foresta dei bagni di Masino: come arrivare e cosa vedere

Come arrivare e cosa vedere nella Foresta dei bagni di Masino, in Lombardia.

Per una passeggiata nella natura in Lombardia, una destinazione davvero interessante è la Foresta dei Bagni di Masino. Un luogo ricco di colori, tra foliage e alti arbusti, nel cuore della Valtellina.

Foresta dei Bagni di Masino

In primavera e durante l’autunno, il luogo perfetto per camminare nella natura è la Foresta dei bagni.

La foresta si trova a Val Masino, in Lombardia, nella provincia di Sondrio. Bagni di Masino è una frazione del comune di Val Masino, incastonato nella valle laterale della Valtellina.

Abeti e faggi fanno strada agli escursionisti che si immergono in un paesaggio colorato e silenzioso per esplorarne la bellezza e respirarne i profumi.

Inserita nel circuito Foreste in Lombardia, quella dei Bagni di Masino si estende per oltre 23.000 ettari, regalando momenti di relax e di pace.

Vediamo, quindi, come arrivare al sentiero e le bellezze nascoste da esplorare.

Come arrivare

La Val Masino è una delle valli laterali della Valtellina. Per raggiungere la foresta partendo da Milano si raggiunge prima la città di Lecco percorrendo la SS36 per proseguire, poi, fino a Colico.

Da qui si prende la SS38 in direzione Sondrio fino ad Ardenno.

Si risale, poi, la Val Masino fino a giungere al paese di San Martino. Si segue la strada fino a raggiungere il parcheggio sterrato gratuito di fronte al Relais Bagni Masino. Da questo punto la strada finisce e iniziano, invece, i sentieri che raggiungono due rifugi, Omio e Gianetti.

Sentieri

Uno dei sentieri più interessanti parte proprio dal parcheggio e, in appena mezz’ora, permette di esplorare la natura e le sue bellezze.

Il percorso è di tipo turistico, quindi adatto a tutti, e presenta un dislivello di appena 80 metri. Il sentiero di appena un chilometro è un’immersione nei profumi e nei colori degli alberi e del foliage, soprattutto durante l’autunno.

Il sentiero parte con le indicazioni “Alpe Merdarola” e “Casera Bagni”, da cui si raggiunge facilmente la Casa nella Foresta. Nelle immediate vicinanze alla Casa della Foresta c’è una centralina di rilevazione dello stato di salute di questo ecosistema forestale ed un pannello che illustra la sua funzione.

Si continua, poi, in direzione della Valle dell’Oro. Non mancano, lungo il sentiero, panchine in legno per una breve sosta e per godersi il paesaggio.

Procedendo lungo il cammino si giunge, poi, alla Baita dei Bagni, oggi un Centro Informazioni.

Il percorso, immerso nella natura, durante alcune stagioni permette anche di imbattersi in cervi, caprioli, camosci, stambecchi e marmotte.

La fine del percorso ad anello raggiunge nuovamente la piazzola dei parcheggi da cui si è partiti.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

National Geographic premia la Lombardia: l’inverno più bello

MSC, la crociera che farà il giro del mondo nel 2023

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media