Göteborg, cosa fare nella città più social

Secondo il New York Times la città più social per il i ragazzi è la svedese Göteborg, che propone una serie di appuntamenti a favore dell'incontro.

Göteborg è la migliore città social secondo il New York Times. I giornalisti specializzati in turismo della testata americana hanno eletto la città di Göteborg come la meta più importante della Svezia per un pubblico di giovani. I criteri del conferimento del titolo sono assolutamente analogici: voglia di uscire con gli amici, di incontrare persone e fare festa.

Per la prima volta l’uso dei social network sembra occupare il solo il fanalino di coda.

Göteborg, la città più social

La città più social? Si trova in Svezia. Sembra quasi un ossimoro, ma il titolo del centro più social per i giovani è stato conferito alla cittadina dove l’uso dei vari Facebook, Instagram e Snapchat occupano l’ultimo posto negli interessi dei ragazzi. Questo perché a Göteborg la vera protagonista è la voglia di incontrarsi, di conoscere persone nella vita reale prima che tramite i post e le bacheche.

Advertisements

Situata alla foce del fiume Göta, la città ha molto da offrire ai giovani turisti. Innanzitutto, occorre sottolineare che la cittadina si distingue principalmente per essere un centro di raccolta di universitari fuori sede e ragazzi desiderosi di mettersi in gioco. Un presupposto fondamentale che ha avuto come conseguenza una partecipazione promettente a quelli che sono i progetti e gli appuntamenti proposti dalla città. Tra le tante iniziative si evidenzia quella promossa dal governo che ha il nome di Meet the locals.

Tale progetto ha lo scopo di impegnare i cittadini nel mostrare – attraverso tour in bici o a piedi – le bellezze e le chicche della città. La noia sembra non esistere nella località svedese: a Göteborg c’è sempre qualcosa da fare.

Cosa fare e vedere

Per scoprire la città bisogna abbandonare il telefono. Le meraviglie di Göteborg possono essere scoperte solo se si decide di lasciar perdere lo schermo dello smartphone e si decide di rendersi conto delle bellezze che si hanno intorno a sé.

Il viaggio alla scoperta della città parte dal centro antico di Haga. La sua posizione come prima tappa di un potenziale itinerario non è casuale. Con i suoi edifici in mattoni rossi e i numerosi caffè frequentati dai ragazzi, il centro è in grado di introdurre i visitatori nel mood ideale della città svedese. La seconda tappa del tour prevede una passeggiata nel Kungsparken fino al Trädgårdsföreningen, il giardino botanico, con un’enorme serra ottocentesca.

Il rilancio della città parte comunque dalla periferia. Proprio qui è possibile ammirare il Frihamnen, un ex scalo industriale, oppure il parco di Jubileumsparken, dedicato al Giubileo straordinario della Misericordia, inaugurato da Papa Francesco Bergoglio nel Dicembre 2015 e concluso nel Novembre del 2016.

Scritto da Andrea Danneo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Meteo, temperature in aumento: è arrivata la primavera

Santorini: un hotel con piscine vista mare in ogni suite

Leggi anche
  • Zoom TorinoZoom Torino, il primo parco bioimmersivo d’Italia

    Alla scoperta del primo ed unico parco bioimmersivo d’Italia: zoom Torino

  • zocalo città del messicoZocalo, Città del Messico: storia e attrazioni

    Tutte le informazioni per conoscere Zocalo, da visitare a Città del Messico.

  • zanna biancaZanna Bianca, il film che ti porta in Canada

    Per celebrare l’uscita del film Zanna Bianca, Alidays e Geo Travel in collaborazione con Adler Entertainment hanno organizzato un concorso a premi.

  • Yosemite National Park: l'effetto delle cascate di fuoco al tramontoYosemite National Park: l’effetto delle cascate di fuoco al tramonto

    Nel mese di Febbraio le cascate del Yosemite National Park, le Horsetail Fall, sembrano far cadere della lava. Gli esperti: “è un’illusione ottica”.

  • 
    Loading...
  • yawarakan's cafe il bar dei pelucheYawarakan’s cafe: dove si trova il bar dei peluche?

    Tutte le informazioni e le curiosità sul Yawarakan’s cafe: il bar dei peluche.

Contents.media