Nature Discovery Park di Hong Kong: il primo museo della biodiversità

La visita al Nature Discovery Park di Hong Kong, il primo museo della biodiversità urbana e parco educativo a tema sulla sostenibilità

Ad Hong Kong c’è un luogo dedicato alla natura e alla sua salvaguardia, il Nature Discovery Park. Un parco dedicato al tema della sostenibilità, nonché un museo della biodiversità urbana. Ma scopriamo le attrazioni e le curiosità sull’interessante parco a tema.

Nature Discovery Park di Hong Kong

Al giorno d’oggi, il tema della sostenibilità è sempre più al centro dell’attenzione, e da questo sono nate e continuano a nascere iniziative e progetti per sensibilizzare sul tema dell’ambiente.

Con questa filosofia nasce anche il Nature Discovery Park, o K11 MUSEA, un parco educativo a tema, che mette la natura al centro.

Il parco è anche il primo museo della biodiversità urbana di Hong Kong e si pone l’obiettivo di dimostrare l’importanza dell’ecologia.

Al suo interno ospita una importante varietà di piante rare endemiche provenienti dalla costa Hongkonghese. Ma non mancano, poi, piante tropicali e autoctone, un acquario e farfalle naturalmente attratte.

Propone, inoltre, percorsi educativi e numerose attrazioni per grandi e piccini per stimolare alla scoperta della natura.

K11 MUSEA

Cosa vedere al K11

Traendo ispirazione dalla natura e dal paesaggio urbano circostante, il design di K11 MUSEA è stato curato in ogni dettaglio. Con le sue armoniose architetture punta ad evocare l’atmosfera di una casa padronale contemporanea.

Il parco ospita una serra e una fattoria urbana. La serra è stata realizzata con una struttura in acciaio ed un rivestimento in alluminio che si apre con grandi porte scorrevoli in vetro verso la fattoria. Queste attirano la luce del sole e migliorano la ventilazione naturale, riducendo al minimo il consumo di energia.

Lungo il percorso si trova anche un acquario che mostra come potrebbe essere il mare locale, se non ci fosse inquinamento. Per la sua realizzazione viene utilizzata l’acqua e le specie marine tropicali del porto di Victoria.

All’interno della serra, poi, si trova un vivaio idroponico che porta in tavola verdure coltivate biologicamente. Invece, la fattoria, di fronte alla serra, offre opportunità di urban gardening per gli abitanti delle città. Questa attività ha lo scopo di promuovere le attività sostenibili della coltivazione a km 0 e avvicinare i cittadini alla natura.

Non mancano, poi, giochi per i bambini come la ciambella dei giochi, con il primo scivolo gigante al coperto. L’area è composta da una zona di gioco interattiva e digitale, una zona di cibo e bevande e una zona di souvenir, offrendo un’esperienza unica per bambini e famiglie.

Spazio anche alla bellezza con un’area beauty-center all-in-one dove fare acquisti, imparare e sperimentare tutto ciò che riguarda la bellezza.

Nature park

Orari di apertura

Il parco è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 22. L’ingresso si trova in via Victoria Dockside, 18.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Kolmanskop, Namibia: la città fantasma nel deserto

In Giappone c’è una stazione nel nulla: ecco qual è la sua utilità

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media