Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Notizie.it logo

Petronas Towers di Kuala Lumpur: come salire

Kuala Lumpur rappresenta il luogo centrale per i turisti che scelgono la Malesia come meta delle loro vacanze. Noi di Viaggiamo vi condurremo, attraverso questa guida, alla scoperta della capitale, una metropoli affascinante, in cui si uniscono tradizioni e culture diverse ed efficienza tecnologica. Il simbolo di KL sono sicuramente le Petronas Towers, torri gemelle spettacolari, da visitare assolutamente, e noi vi daremo le informazioni giuste per salire sulle torri e godere di uno spettacolo mozzafiato, sia di giorno, che di notte.

Kuala Lumpur rappresenta il luogo centrale per i turisti che scelgono la Malesia come meta delle loro vacanze. Noi di Viaggiamo vi condurremo, attraverso questa guida, alla scoperta della capitale, una metropoli affascinante, in cui si uniscono tradizioni e culture diverse ed efficienza tecnologica. Il simbolo di KL sono sicuramente le Petronas Towers, torri gemelle spettacolari, da visitare assolutamente, e noi vi daremo le informazioni giuste per salire sulle torri e godere di uno spettacolo mozzafiato, sia di giorno, che di notte.

Kuala Lumpur

Kuala Lumpur, che in malese vuol dire “confluenza fangosa”, venne fondata nel 1857 alla confluenza di due fiumi, da qui il suo nome. Nacque come un villaggio di minatori, a maggioranza cinesi. E’ la capitale della Federazione della Malesia e la più grande città del paese, con 1 milione e mezzo di abitanti. Oltre ad essere il centro economico e culturale della Malesia, Kuala Lumpur è anche la meta più importante del turismo del paese; dalla sua fondazione, in poco più di un secolo la città ha avuto una crescita inarrestabile, fino a diventare capitale del paese dopo l’indipendenza del 1957.

Oggi Kuala Lumpur appare come una metropoli cosmopolita e come una delle città più moderne e dinamiche di tutta l’Asia. Le sue bellissime Petronas Twin Towers, i centri commerciali votati all’acquisto sfrenato e l’efficienza della sua monorotaia raccontano di una città proiettata a tutta velocità verso il futuro; ma, addentrandosi per le vie, troverete le tipiche case a due piani nel quartiere di Chinatown, le bancarelle di street food malese, gli edifici del periodo coloniale, il rumore ed i colori dei mercati popolari e respirerete a pieni polmoni l’origine multiculturale di KL, come viene comunemente abbreviata. Ancora oggi, dopo il boom economico degli anni ’80 e ’90 che ha cambiato l’aspetto della città, si possono leggere le esperienze del passato e gli abitanti di KL portano orgogliosi addosso la loro storia fatta di integrazione pacifica di culture e tradizioni diverse, come quelle malesi, indiane e cinesi.
Siete affascinati da questa metropoli e non vedete l’ora di partire? Bene, allora prima prendete nota di queste semplici ma utili informazioni: KL ha un clima tropicale, con acquazzoni brevi e violenti durante tutto l’anno, anche se, a differenza della costa est della Malesia, la città non ha una vera stagione delle piogge, ma comunque è consigliabile andare nei mesi tra giugno ed agosto.

Per entrare in Malesia è necessario il passaporto con una validità residua di almeno sei mesi ed il visto non è necessario per soggiorni di durata massima tre mesi. E’ sempre bene, prima di partire, stipulare una polizza sanitaria, ma non preoccupatevi, le strutture sanitarie sono simili a quelle occidentali e non c’è alcun problema nel reperimento di medicinali, ma è consigliabile il vaccino contro le epatiti.

Petronas Towers

Le Petronas Twin Towers, dal nome della compagnia petrolifera Petronas, in malese Menara Petronas, sono due torri gemelle di 491,5 metri di altezza e sono conosciute a livello mondiale come una delle più straordinarie opere di ingegneria. Il progetto fu realizzato dall’architetto argentino Cesar Pelli e vennero costruite tra il 1995 ed il 1998; queste torri gemelle sono senza dubbio il simbolo del boom economico degli anni ’90 che ha colpito la Malesia. Grazie all’utilizzo di una tecnologia avanzata, è stato possibile realizzare un ponte, chiamato Skybridge, a ben 171 metri di altezza, che unisce le due torri per passare da un edificio all’altro.

La pianta delle Petronas segue uno schema geometrico tipico dell’architettura islamica, ovvero sono presenti due quadrati, che sono rappresentazione del mondo materiale, sovrapposti in modo da formare una stella iscritta in un cerchio, a significare la diffusione della religione islamica. Questo schema geometrico è utilizzato comunemente nell’iconografia islamica per rappresentare i simboli di unità, armonia, stabilità e razionalità. Nel design esterno, invece, troviamo tipici motivi dell’artigianato tradizionale malese. Le due torri oggi sono occupate dagli uffici della compagnia petrolifera Petronas e da società affiliate. Al piano terra sono stati realizzati il teatro Dewan Filharmonik PETRONAS, con più di 800 posti, sede della Malaysian Philharmonic Orchestra, ed una biblioteca. Le Petronas Towers sono state gli edifici più alti del mondo dal 1998 al 2004, non senza polemiche, dato che gli istituti internazionali di architettura hanno deciso di misurare l’altezza comprendendone i pinnacoli delle guglie; in questo modo, queste torri di soli 88 piani sono riuscite a superare grattacieli di gran lunga più grandiosi come le Torri Gemelle di New York.

Come salire

La passeggiata sullo Skybridge, che collega le torri al quarantunesimo piano, è sicuramente tra le maggiori attrazioni di Kuala Lumpur, ma per godere della vista e della passeggiata bisogna puntare la sveglia molto presto; infatti le code sono sempre molto lunghe e dopo le 10 sarà già molto probabile trovare il tutto esaurito, poiché i biglietti giornalieri sono limitati.

Se non volete rischiare di rimanere a bocca asciutta, è consigliabile prenotare i biglietti prima di partire, al costo di 35 euro, direttamente dal sito web delle Petronas Towers. Il tour dura circa un’ora e si fanno più soste durante la salita, tra cui la prima è chiaramente quella sullo Skybridge a 171 metri di altezza. Un altro consiglio è certamente quello di fare una visita di notte, perché le torri illuminate e la città tutt’intorno piena di colori e luci vi regaleranno un’emozione unica. Una volta visitate le torri, non perdetevi un giro del Kuala Lumpur City Centre (KLCC ), il complesso che, oltre alle Petronas Towers, include anche il Convention Centre, il centro commerciale Suria, il Parco e la Moschea. Il parco del Kuala Lumpur City Centre è un’oasi di piacere nelle calde giornate malesiane. Con circa duemila alberi di 74 specie diverse, i laghetti e le fontane, questo giardino sarà perfetto per una pausa rilassante all’ombra.

Forse non tutti sanno che, oltre le torri gemelle, c’è anche la KL Tower, ovvero “l’altra torre”, di circa 420 metri d’altezza; da qui avrete la possibilità di godere di un fantastico panorama della metropoli e delle stesse Petronas Towers. L’ingresso è a pagamento ed avrete la possibilità di godervi un pranzo in un ristorante girevole.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
  • ZagatZagat esiste dal 1979, raccogliendo le recensioni dei clienti sui vari ristoranti, bar e luoghi di intrattenimento di tutto il mondo. Prima ...