Notizie.it logo

Reggia di Versailles: riaprono gli appartamenti di Maria Antonietta

appartamenti maria antonietta

Gli Appartamenti Privati della Regina riaprono dopo alcuni interventi per sfuggire ai possibili incendi

Erano chiuse dal 2016: riaprono al pubblico le prestigiose stanze private dell’ultima regina di Francia. Un impegnativo restauro volto a ripristinare le tonalità originali e le gradazioni sottili delle decorazioni di questo luogo iconico, che costituiscono gran parte del patrimonio artistico e turistico della Reggia di Versailles. Queste pareti hanno visto nascere 19 bambini e accolto tre regine durante i 107 anni di regnato, da Re Sole, 1682 fino alla Rivoluzione Francese.

regina 3

Le stanze

La serie di stanze, denominate petit appartement de la reine, furono gli appartamenti privati della regina di Francia, da Maria Teresa di Spagna, passando per Maria Leszczyńska, fino a Maria Antonietta. Si trovano dietro il grand appartement de la reine e si aprivano sui cortili interni del palazzo. Gli appartamenti della regina sono abbelliti con decorazioni che rimandano alle tre regine che la occuparono al tempo. Bedchamber, la camera da letto in cui la regina trascorreva la maggior parte del suo tempo: oltre a dormire, riceveva gli ospiti durante e dopo la toilette giornaliera; Nobles’ Room, la Stanza dei Mobili, interamente decorata dall’architetto Richard Mique; la Queen’s Guard Room, ossia la stanza delle Guardie, in cui 12 guardie si davano il cambio giorno e notte per sorvegliare la sovrana. Questa si contraddistingue per i marmi policromi e dallo stile ieratico. Infine, c’è la Royal Table Antichamber, stanza per banchetti pubblici della famiglia reale.

restauro

Il restauro

“È come se avessimo riscoperto stanze che quasi ci eravamo dimenticati” ha dichiarato Catherine Pégard alla BBC, presidente del Palazzo. La loro chiusura fu decisa tre anni fa per mettere in sicurezza il luogo contro il rischio di incendi e per garantire un corretto trattamento dell’aria. Durante i mesi estivi, infatti, sotto i soffitti magistralmente dipinti, la temperatura raggiungeva i 45°C. Così, per regolare il flusso dell’aria e migliorare le problematiche legate all’umidità, le decorazioni sono state smantellate. Prima di ora le stanze vennero restaurate dopo il ritorno della monarchia alle condizioni in cui vennero lasciate da Maria Antonietta nel 1789.

decorazioni

© Riproduzione riservata
Leggi anche