Sona, Verona: cosa vedere, guida ai monumenti storici

La guida a cosa fare e cosa vedere a Sona, la cittadina situata tra Verona ed il Lago di Garda.

La regione del Veneto vanta innumerevoli bellezze, come la cittadina di Sona, vicino Verona, ma cosa c’è da vedere? Ecco una guida per individuare tutti i monumenti più interessanti e le attrazioni da non perdere a Sona e nei dintorni.

Sona, Verona: cosa vedere

Il comune di Sona, situato a metà strada tra la città di Verona ed il Lago di Garda, è posto al confine con Bussolengo e Sommacambagna.

Il territorio è quasi interamente compreso tra le colline moreniche di fondo, che creano un paesaggio incantevole e rilassante.

Il comune di Sona è, inoltre, conosciuto per essere stato il teatro delle guerre di indipendenza italiane, come le sanguinose battaglie di Custoza del 1848 e del 1866.

Advertisements

Oggi rappresenta una tappa molto interessante da scoprire durante una gita fuori porta. Infatti, racchiude all’interno del suo territorio numerosi monumenti storici che raccontano il passato del comune ma anche della stessa regione.

Vediamo, quindi, quali sono i punti d’interesse di Sona da non perdere.

Sona

Chiesa di San Salvatore

Uno dei luoghi simbolo di Sona è la Chiesa di San Salvatore, la chiesa principale della città. Ancora oggi non si conoscono le origini della prima chiesa dedicata alle Sante Maria ed Elisabetta, ma si pensa che possa risalire tra il XII ed il XIII secolo.

Parliamo di una chiesa storica, che all’inizio del XVI secolo divenne la sede parrocchiale con il titolo di “San Salvatore”.

La struttura vanta anche uno splendido campanile ed è caratterizzata dalla facciata a capanna.

L’interno, a croce latina, è caratterizzato dall’utilizzo alternato di marmo rosso di Verona e marmo Botticino.

Tra le opere di maggior pregio troviamo l’altare della Visitazione realizzato nel 1747 dal tagliapietre Daniele Cornelio. Sempre qui si trova la pala che raffigura l’incontro fra la Vergine e la cugina Elisabetta, realizzata da Stefano Sandri.

Sona Chiesa

Corte Beccarie, Lugagno

Poco distante da Sona, nel comune di Lugagno merita una visita la Corte Beccarie, la corte di maggiori dimensioni della zona. Fu fatta costruire nel XVIII secolo dalla nobile famiglia dei Personi, proprietari anche della corte Messedaglia.

Ampliata durante l’Ottocento, venne successivamente acquistata dalla famiglia Lucchini.

Pieve di Santa Giustina

Altro edificio storico molto interessante è la Pieve di Santa Giustina, che si erge su un terrazzamento d’origine morenica all’interno del cimitero di Palazzolo. Come importante struttura romanica veronese, è stata per anni un importante oggetto di studi.

La sua origine risale tra il X ed il XII secolo ed è caratterizzata dalla presenza di due absidi nonostante la chiesetta presenti una sola navata. Pare, infatti, che la pieve potrebbe essere sorta al posto di un preesistente tempio pagano di epoca romana.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Budapest: storia, curiosità, cultura e terme della capitale ungherese

Monaco di Baviera storia cultura curiosità cucina tipica

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media