Torre Pellice: cosa vedere nell’antico borgo nel torinese

La guida a cosa vedere a Torre Pellice, il piccolo borghetto nel torinese immerso nella Val Pellice piemontese.

Uno dei borghi piemontesi più interessanti da visitare vicino Torino per una gita fuori porta è Torre Pellice, ma cosa vedere? Scopriamo tutti i luoghi storici da non perdere durante la visita al meraviglioso borghetto nel torinese.

Torre Pellice: cosa vedere

Il piccolo borgo di Torre Pellice si trova poco distante alla città metropolitana di Torino, nella Val Pellice, in Piemonte. La sua storia e il suo territorio sono legati al comune dirimpettaio, Luserna San Giovanni entrambi nella città metropolitana di Torino.

Questo è, inoltre, il centro principale della Chiesa Valdese italiana oltre ad essere il capoluogo della Unione Montana del Pinerolese. Dalla borgata Ruà, situata su di un promontorio, si gode una splendida vista panoramica sulla vallata.

Advertisements

Invece, la borgata dei Coppieri, un tempo il limite del ghetto in cui erano confinati i Valdesi, è oggi un vero e proprio villaggio completamente ricostruito.

La storia del borgo è piuttosto antica, con i primi documenti che risalgono al 1186, in cui si parla della Torre di Lucerna. Ma vediamo quali sono gli edifici storici da visitare durante una gita fuori porta in questo splendido borgo fuori dal tempo a pochi chilometri dal capoluogo piemontese.

Torre Pellice

Museo Valdese

Il museo Valdese, storico ed etnografico, è il primo del Sistema museale eco-storico delle Valli valdesi che comprende una decina di musei. Il sistema museale comprende anche templi e luoghi storici valdesi situati nelle Valli Pellice, Chisone e Germanasca.

Nel corso di più di un secolo di storia, il Museo si è più volte modificato, fino al 1989. Infatti, nel terzo centenario del Glorioso Rimpatrio, la Società di Studi Valdesi e la Tavola Valdese hanno dato vita alla Fondazione Centro Culturale Valdese (FCCV) con lo scopo di conservare e gestire, oltre alla Biblioteca Valdese e all’Archivio Fotografico Valdese, anche il patrimonio museale.

Il museo e le mostre sono aperti al pubblico in giugno e fino al 15 luglio, due giorni a settimana, il giovedì e la domenica dalle 15:00 alle 18:00.

Dal 16 luglio sarà aperto anche il venerdì sempre dalle 15 alle 18. Gli ingressi vengono contingentati e perciò viene richiesta la prenotazione.

Edifici storici di Torre Pellice

Tra i monumenti più significativi di Torre Pellice, oltre al Museo, troviamo la Foresteria, la Casa Valdese dove sono custoditi anche oltre 50.000 libri, come la pregevole Bibbia di Olivetano del 1535. Da vedere, poi, è il tempio in stile neo-romanico del 1852.

Anche gli edifici religiosi di Torre Pellice sono molto interessanti e meritano una visita. Tra questi, il Collegio edificato nel 1835 che custodisce il prezioso Erbario di Rostan che raccoglie le piante tipiche della flora alpina della zona di Pinerolo.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Visita al giardino di Daniel Spoerri, il paradiso della Toscana

Vacanze a dicembre 2020 in Italia: idee di viaggio

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media