Via Partenope, Napoli: storia e informazioni

Tutte le informazioni che servono per conoscere la Via Partenope di Napoli.

La città di Napoli è ricca di luoghi caratterizzati da una notevole importanza, tra i quali spicca la famosa Via Partenope.

Via Partenope, Napoli

La Campania rappresenta una destinazione di viaggio tra le più apprezzate all’interno del territorio del Bel Paese.

Una delle città più importanti della regione è senza alcun dubbio quella di Napoli. Fare un viaggio a Napoli permette di godere dell’incredibile bellezza dei suoi monumenti e degli edifici storici del luogo, che esprimono al meglio l’essenza della città. Inoltre, passeggiare tra i quartieri della città partenopea consente di esplorare le sue vie e le sue piazze, che sono decisamente ricche di fascino. Una delle strade più importanti ed eleganti del luogo è Via Partenope.

La denominazione di questa nota via di Napoli si deve a una figura mitologica e alla sua storia. Si narra infatti che la sirena Parthenope si tolse la vita in seguito al fallimento del suo tentativo di ammaliare Ulisse. In seguito, secondo la leggenda, la sirena fu trascinata dalle onde del mare fino al luogo in cui attualmente si può ammirare il magnifico Castel dell’Ovo. La Via Partenope è il prolungamento del lungomare Francesco Caracciolo ed è nota per la presenza di moltissimi locali e di graziosi ristoranti.

via partenope

La storia di Via Partenope

La Via Partenope è caratterizzata da una storia ricca di fascino, grazie alla quale oggi rappresenta una delle strade più importanti del capoluogo campano. In passato lungo la via sorgeva il prestigioso Albergo delle Crocelle. Si tratta di una struttura che nel corso del suo periodo di massimo splendore ospitò diversi personaggi di spicco italiani. Tra gli ospiti più famosi dell’albergo emerge la controversa figura di Giacomo Casanova. Inoltre, su Via Partenope si trovava un’importante residenza del Principe Michele Imperiali, che poi divenne una proprietà dei Borbone. La residenza divenne poi la sede del giornale L’Indipendente e in seguito ricoprì la funzione di struttura ricettiva.

Nel corso dei secoli l’elegante strada partenopea acquisì un’importanza che andò crescendo sempre di più. Lungo la strada sorsero infatti diversi alberghi caratterizzati da un notevole prestigio. In seguito, alle strutture ricettive si affiancarono eleganti ristoranti e bellissimi locali, all’interno dei quali iniziò a svolgersi la movida di Napoli. Attualmente la Via Partenope è una delle strade più frequentate del capoluogo campano. Passeggiare per questa strada offre l’opportunità di godere al meglio dell’atmosfera allegra e vitale della città di Napoli.

Come arrivare

Un modo per arrivare facilmente su Via Partenope è quello di fare una piacevole passeggiata sul Lungomare Caracciolo e ammirare il panorama marittimo della città. Se si decide di optare per i mezzi pubblici, è possibile raggiungere l’elegante strada napoletana in autobus. L’R2 ferma presso Piazza Municipio, Palazzo San Giacomo e Il Pomodorino. Inoltre, la linea metro L1 arriva presso la stazione Toledo.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Torino: Capodanno in streaming il 30 dicembre

Hawaii, Diamond Head: riapertura del cratere vulcanico

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media