Australia, le migliori regioni vinicole del paese

Gli amanti del vino in Australia troveranno numerosissimi itinerari da seguire per assaggiare le prelibatezze del Paese: le migliori regioni vinicole dell'Australia.

Non è un segreto che l’Australia sia una terra di estremi. Dai tropici umidi ai deserti aridi, questo grande paese insulare ha anche molte colline e climi temperati. Fortunatamente per noi, e per gli oltre 25 milioni di australiani che la chiamano casa, l’Australia ha anche il terreno, la temperatura e le altitudini giuste per produrre alcuni dei migliori vini del mondo.

Oggi, con oltre 2500 aziende vinicole e 65 regioni vinicole definite, l’Australia è uno dei più grandi esportatori di vino al mondo ed è ben nota per le sue diverse varietà di uva tra cui Shiraz, Pinot Noir, Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Merlot, Sauvignon Blanc, Sémillon e Riesling.

Australia, le migliori regioni vinicole

Dagli umili inizi del vino nella Hunter Valley, regione a nord di Sydney (NSW) nel 1820, alle fiorenti regioni vinicole australiane in South Australia, Victoria e Western Australia, ci sono molti tour e degustazioni di vino incredibili, non importa dove vi troviate in Australia.

Mentre il vino è stato prodotto in molte parti del mondo da molto più tempo dell’Australia, la terra ha ancora alcuni record legati al vino che fanno vergognare altri paesi.

Valle di Barossa

Una delle regioni vinicole più antiche e prolifiche dell’Australia, con oltre 150 aziende vinicole che chiamano questa zona casa, è la Barossa Valley nel South Australia. Conosciuta per la sua splendida produzione di Shiraz con il suo corpo ricco e le sue sfumature di cioccolato e spezie, la calda e secca valle di Barossa è solo un’ora a nord di Adelaide e presenta colline ondulate e chilometri e chilometri di vigneti e frutteti.

In termini di produzione, la regione vinicola della Barossa Valley produce da sola più della metà delle esportazioni di vino del paese, comprese alcune delle cantine più note d’Australia, tra cui Jacob’s Creek, Penfolds Grange, Wolf Blass, Yalumba, Peter Lehmann e Henschke’s Hill of Grace.

È anche sede del famoso vigneto Seppeltsfield, che è una delle aziende vinicole più storiche della Barossa Valley dell’Australia meridionale e anche l’unica azienda vinicola al mondo a rilasciare un vino d’annata di 100 anni ogni anno.

Questa regione vinicola dell’Australia meridionale produce anche molti dei vini in scatola prodotti in massa in Australia. Anche se alcune persone potrebbero farsi beffe della selezione di vino in scatola nel loro paese, quello che la maggior parte delle persone non capisce è che in Australia ci sono così tante opzioni quando si tratta di vino in scatola, dato che un’enorme percentuale di opzioni di vino in scatola non lascia mai il paese.

In cima alle varietà di vino in scatola che si trovano in Australia ci sono molte bottiglie più piccole dai produttori più grandi con tutto, dai porti e dalle miscele alle annate ben invecchiate, e l’unico modo per assaggiarle da soli è essere nel paese.

Hunter Valley in NSW

A poche ore a nord di Sydney, nel Nuovo Galles del Sud, la regione vinicola della Hunter Valley è la più antica regione vinicola dell’Australia. Mentre le prime viti piantate intorno a Sydney a partire dal 1788 avevano problemi con l’umidità e il calore, la scoperta della Hunter Valley ha aperto un nuovo mondo di possibilità.

Il primo grande impianto nella regione vinicola della Hunter Valley avvenne nel 1825 quando James Busby, che è talvolta chiamato il padre del vino australiano, acquistò un terreno e piantò il primo vigneto commerciale nella regione. La zona divenne presto sinonimo di produzione di vino e quasi 200 anni dopo è ancora una zona fiorente con oltre 120 vigneti che chiamano Hunter Valley casa.

Mentre il vino più rappresentativo della Hunter Valley è il Sémillon (piantato per la prima volta ben oltre un secolo fa), nella regione si raccolgono ancora più rossi che bianchi e anche in questo caso il Semillon è secondo allo Chardonnay per quantità di produzione. C’è anche il Verdelho che è un altro bianco comune nella zona, mentre Shiraz, Cabernet Sauvignon e Merlot sono i più popolosi tra i rossi.

Anche se Hunter Valley non ha i nomi conosciuti in tutto il mondo che si trovano nella regione vinicola di Barossa Valley, la batte ancora nel turismo e nei visitatori grazie al fatto che Hunter Valley è così vicina a Sydney. Alcuni dei vigneti più noti nella regione vinicola della Hunter Valley includono Tulloch e Lindemans, nonché la Audrey Wilkinson Winery, fondata nel 1866, con le sue viste panoramiche delle Brokenback Mountain Ranges. C’è anche la premiata Tyrrell’s Vineyard che è rimasta in famiglia fin dalla sua prima partita di vino nel 1862, oltre a molti altri fantastici vigneti che vale la pena visitare.

Margaret River

La regione vinicola di Margaret River, situata a poche centinaia di chilometri a nord di Perth e risalente solo alla fine degli anni ’60, non produce tanto tonnellaggio quanto i suoi fratelli australiani, ma riesce comunque a produrre un quinto dei vini di qualità del paese.

Con le sue precipitazioni mediterranee e le temperature annuali più fresche, questa regione vinicola dell’Australia occidentale ha più vigneti boutique rispetto alle operazioni più grandi. Con 140 vigneti registrati nella regione vinicola di Margaret River, puoi visitarne una mezza dozzina al giorno per quasi un mese e andartene comunque soddisfatto.

Le principali varietà di vino della regione si dividono abbastanza equamente tra i rossi e i bianchi, con il Sauvignon Blanc e il Cabernet Sauvignon in testa.

Alcune delle cantine più conosciute nella regione vinicola di Margaret River includono Voyager Estate, Leeuwin Estate con la sua propensione ad ospitare grandi eventi, così come Vasse Felix, fondata dal dottor Tom Cullity nel 1967 come primo vigneto commerciale e cantina della regione. C’è anche Cape Mentelle, una delle “cinque cantine fondatrici” di Margaret River e Cullen Wines, che è stata la prima cantina australiana a zero emissioni di carbonio con certificazione biologica e biodinamica.

Yarra Valley a Victoria

La Yarra Valley, situata a meno di un’ora a est di Melbourne, è una fiorente regione vinicola del Victoria nota per il suo clima leggermente più fresco e per la sua popolarità dovuta alla sua vicinanza alla capitale dello stato.

La regione vinicola della Yarra Valley e le sue oltre 80 aziende vinicole sono ben note per lo Chardonnay, il Pinot Nero e le sue varietà di spumante, con i vigneti più antichi dello stato che iniziano verso la fine del 1830.

Alcuni dei vigneti più popolari nella regione vinicola della Yarra Valley includono Oakridge Wines, Helen and Joey Estate, Pimpernel Vineyards, De Bortoli, Innocent Bystander, Many Hands, TarraWarra Estate e Domaine Chandon che è popolare per i suoi vini spumanti.

Se però vuoi davvero sperimentare un po’ di storia del vino regionale, assicurati di controllare Yerring Station. Questa azienda vinicola è in funzione dal 1838 e la sua cantina è ancora gestita dall’edificio originale.

Tamar Valley in Tasmania

La regione vinicola della Tamar Valley ha un passato lungo e colorato. Situata sulla piccola isola della Tasmania, la Tamar Valley si trova sulla costa settentrionale vicino a Launceston, la seconda città più grande della Tasmania.

Le varietà di vino comuni che si trovano in questa regione vinicola della Tasmania includono Pinot Noir, Chardonnay e Riesling così come Sauvignon Blanc e Pinos Gris che hanno guadagnato popolarità di recente.

Annidata lungo il fiume Tamar, la regione vinicola della Tamar Valley ha un clima più fresco rispetto alle sue controparti della grande isola e i suoi vini di qualità sono spesso considerati più equilibrati grazie al clima marittimo più fresco. Ci sono attualmente 32 vigneti nella regione.

Un fatto divertente sulla Tamar Valley è che si dice che la zona abbia prodotto le talee per alcune delle primissime viti piantate sia in South Australia che in Victoria, quindi la regione dell’isola li precede entrambi con vigneti che iniziano nel 1830.

Alcune delle cantine più popolari in questa regione vinicola della Tasmania includono Goaty Hill, Holm Oak, Pipers Brook, Tamar Ridge, Josef Chromy e Iron Pot Bay. Con la Tasmania che ospita alcuni dei vigneti più antichi di tutta l’Oceania, non è difficile capire perché è inclusa in questa lista.

Distretto di Canberra

La regione vinicola del distretto di Canberra può essere più piccola delle altre in questa lista, ma questa regione vinicola del Territorio della Capitale Australiana è potente.

Con 140 vigneti e più di 40 aziende vinicole a mezz’ora di macchina da Canberra, si ottiene molto per il proprio miglio quando si visita qui. La regione è anche a poche ore a sud di Sydney, quindi la zona riceve visitatori da entrambe le città.

Con un clima moderato e un po’ più secco e un’altitudine più elevata, questa regione vinicola del Territorio della Capitale australiano produce una vasta gamma di varietà di vino tra cui Shiraz, Chardonnay, Cabernet Sauvignon, Riesling, Pinot Nero, Merlot e alcune varietà più rare come Gruner Veltlin e Sangiovese.

Con radici che risalgono al 1800, la vera produzione di vino su scala non è iniziata qui fino al 1970 quando diverse aziende vinicole hanno deciso di fare della regione la loro casa e con una lunga stagione dovuta a tutte le varietà qui si può assistere alla raccolta da febbraio a maggio la maggior parte degli anni.

Alcune delle cantine più popolari nella regione vinicola del distretto di Canberra includono attualmente Clonakilla, che sta uccidendo la concorrenza nei premi degli ultimi anni, Helm Wines, Lerida Estate, Murrumbateman e Nick O’Leary, che si sta rapidamente facendo un nome nella regione.

Granite Bel nel Queensland

Mentre il Queensland è meglio conosciuto per il suo calore, l’umidità e la vicinanza alla Grande Barriera Corallina che per il suo vino, la regione vinicola Granite Belt sta cercando di cambiare questa situazione.

Con oltre 50 aziende vinicole che mettono le loro radici qui, il gruppo Granite Belt si sta cementando come la regione vinicola più popolare del Queensland da decenni.

Come fa un’azienda vinicola in una zona nota per le alte temperature e l’umidità ancora più alta a sopravvivere? Vanno più in alto, dove il clima è più fresco e l’aria è più secca. Ad alcune delle più alte elevazioni del paese, la regione vinicola di Granite Belt è il luogo perfetto per tutto, dai vigneti ai frutteti di mele e a poche ore di macchina a sud di Brisbane, hanno anche la loro giusta quota di tour del vino.

Simile al resto dell’Australia, le varietà di vino più popolari includono Shiraz, Merlot, Cabernet Sauvignon e Chardonnay, tuttavia gli ultimi anni hanno visto un aumento di Nebbiolo, Sangiovese e Petit Verdot, quindi è emozionante.

Mentre non ci sono produttori su larga scala nella regione vinicola di Granite Belt rispetto a quelli del South Australia o del New South Wales, ci sono tonnellate di cantine popolari a Granite Belt tra cui Barramundi Wines, Ballandean Estate, Golden Grove Estate, Boireann Winery, Symphony Hill Wines e Heritage Estate

Scritto da Redazione Viaggiamo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Irlanda, tour di un giorno nel Ring of Kerry in auto: cosa sapere

Un giorno in Costiera Amalfitana: l’itinerario in barca

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media