Notizie.it logo

La cucina piemontese

La cucina piemontese

Tra le Alpi e la pianura padana, questa regione offre la cucina più raffinata e variegata della penisola italiana. Il punto di unione della cucina tradizionale italiana e francese, il Piemonte è la regione italiana con il maggior numero di formaggi protetti e vini Denominazione di origine controllata

Il Piemonte è una regione in cui si possono raccogliere, funghi, cardi e si svolge la caccia e la pesca. Tartufi, aglio, verdure di stagione, formaggio e riso sono tutti utilizzati. Vini da uve Nebbiolo, come Barolo e Barbaresco sono prodotti e vini di uve Barbera, spumanti pregiati, e il dolce, leggermente frizzante, Moscato d’Asti. La regione è anche famosa per la sua produzione di Vermouth e Ratafia.

Castelmagno è un formaggio pregiato della regione.

Il Piemonte è anche famoso per la qualità della sua carne bovina Carrù (particolarmente famosa per la sua fiera del “Bue Grasso”), da qui la tradizione di mangiare carne cruda condita con aglio olio, limone e sale il famoso Carpaccio, il famoso Brasato al vino, stufato di vino ottenuto da carne di manzo marinato e bollito di manzo servito con varie salse.

Il cibo più tipico della tradizione piemontese sono i sue tradizionali agnolotti (pasta ripiegata con carne di manzo arrosto e ripieno di verdure), Panissa (piatto tipico di Vercelli, una specie di risotto con riso Arborio o riso Maratelli, il genere tipico di Saluggia fagioli, cipolla, vino Barbera, lardo, salame, sale e pepe), taglierini (versione più sottile di tagliatelle), bagna cauda (salsa a base di aglio, acciughe, olio d’oliva e burro) e bicerin (bevanda calda a base di caffè, cioccolato e latte).

Infine il Piemonte è una delle capitali italiane della pasticceria e cioccolato, in particolare, con prodotti come Nutella, gianduiotto e marron glacé che sono famosi in tutto il mondo.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche