Giardini di Tivoli, Copenhagen: colori e profumi in Danimarca

La guida alla visita dei Giardini di Tivoli, a Copenhagen, una delle attrazioni più popolari della Danimarca.

I Giardini di Tivoli a Copenhagen sono una delle mete turistiche più popolari della Danimarca. Famosi in tutto il mondo, propongono tantissime attività ed esperienze interessanti per grandi e piccini.

Giardini di Tivoli, Copenhagen

I giardini di Tivoli, o semplicemente Tivoli, sono un famoso parco divertimenti della capitale della Danimarca.

Inaugurato il 15 agosto 1843, si tratta del secondo più antico parco di divertimenti che sia sopravvissuto intatto fino a oggi, dopo Dyrehavsbakken nella vicina Klampenborg.

Inizialmente chiamato “Tivoli & Vauxhall“, era una chiara allusione all’omonimo parco di divertimenti parigino, che prese a sua volta nome dalla città italiana di Tivoli. Invece, “Vauxhall” alludeva ai giardini di Vauxhall di Londra.

Il fondatore di Tivoli, Georg Carstensen, ottenne un permesso di cinque anni per creare Tivoli, raccontando al re Cristiano VIII che “quando la gente si diverte, non pensa alla politica”.

Advertisements

Fino agli anni 1850, il Tivoli era, di fatto, fuori dei confini cittadini ed accessibile attraverso la Porta Occidentale.

Da principio Tivoli includeva una grande varietà di attrazioni, con costruzioni in stile esotico e orientale, un teatro, palchi per le bande, ristoranti e caffè, giardini fioriti e giostre meccaniche,

Nel 1944 alcuni simpatizzanti nazisti, abbandonando la Danimarca, tentarono di colpire lo spirito dei danesi bruciando molte delle costruzioni dei giardini, inclusa la sala per concerti.

Tuttavia, i danesi non si lasciarono spaventare creando subito costruzioni temporanee. E fu così che il parco riaprì dopo poche settimane.

Tivoli Danimarca

Visita a Tivoli

Oggi i giardini si trovano nel pieno centro di Copenaghen, circondati da strade fortemente trafficate.

Da una parte c’è il municipio, Rådhus, mentre all’altro lato c’è la Stazione Centrale, Hovedbanegård, entrambi risalenti ai primi anni del XX secolo.

L’aspetto generale dei giardini è stato preservato e mantiene il suo fascino immortale, regalando divertimento e attività interattive. Tante sono le giostre che regalano emozioni ricche di adrenalina, con montagne russe da brivido e tanto divertimento. Non mancano, poi, gli ambienti dedicati ai bambini, con attività e giostre molto più innocue.

Ma la vera perla di Tivoli sono i paesaggi naturali mozzafiato, curati nel dettaglio per regalare una giornata indimenticabile ai visitatori che provengono da tutto il mondo.

Da non perdere, ad esempio, la visita all’acquario di Tivoli ricco di bellissimi esemplari colorati. Splendidi e rilassanti sono, invece, i giardini pensili ricchi di fiori colorati. E per i più romantici, meravigliosa è la visita all’Orangerie.

Tivoli

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Torre Annunziata: cosa vedere nel borgo campano

Valle del Douro, cosa vedere: i luoghi più suggestivi del Portogallo

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.