Guida all’Alcazar de los Reyes Cristianos di Cordova

L'elegante Castello dei Re Cristiani è uno dei monumenti più intriganti e attraenti di Cordoba! Ecco la sua storia.

L’Alcazar de los Reyes Cristianos di Cordova – “Castello dei Re Cristiani” – è spesso trascurato in favore del punto di riferimento architettonico più famoso della città, la Moschea-Cattedrale. Eppure, questo elegante palazzo Mudéjar è uno dei monumenti più intriganti e attraenti di Cordoba e dovresti assolutamente visitarlo se sei lì per un giorno.

Continua a leggere per sapere tutto quello che devi sapere prima di visitarlo.

Alcazar de los Reyes Cristianos: le origini

Come suggerisce il nome, la costruzione di questo palazzo reale fu ordinata dal re cattolico Alfonso XI di Castiglia nel 1328 ma – come spesso accade in Andalusia – fu costruito tra le rovine di un vasto forte moresco. Alla fine del X secolo, quando il regno islamico era all’apice del suo potere, Cordova era la grande città intellettuale del regno e del mondo.

Non solo l’Alcazar era il palazzo da cui si governava il ricco e potente Califfato di Cordova, ma era anche la sede della più grande biblioteca dell’Occidente.

Quando Alfonso XI decise di costruire il suo palazzo reale nello stesso luogo all’inizio del XIV secolo, utilizzò solo una piccola parte dei resti originali. Tuttavia, in omaggio alla raffinatezza estetica dei suoi antenati moreschi, scelse uno stile mudéjar per l’edificio e i giardini.

Questi ultimi sono una versione ridotta di quelli che si vedono anche nella grande fortezza Alhambra di Granada. Si pensa anche che i bagni risalgano a questo periodo; costituiti da tre stanze in cui si mantenevano diverse temperature, sono anche chiaramente ispirati ai principi moreschi del design.

Curiosità oscure

Per quanto bello sia l’Alcazar, è stato il luogo di molte azioni oscure dal XIV secolo. Nel XV secolo fu teatro di alcune delle battaglie più feroci della Guerra Civile, durante le quali Enrico IV di Castiglia rafforzò le sue difese per resistere ai soldati guidati dal fratellastro Alfonso. Verso la fine del XV secolo, fu designata come sede ufficiale della macabra Inquisizione, guidata dal successore di Enrico, Isabella I, e da suo marito Ferdinando. I monarchi proseliti fecero pieno uso di quella che oggi si chiama ‘Torre dell’Inquisizione’, che fu costruita durante la Guerra Civile per rafforzare le difese dell’Alcazar. Hanno anche convertito i bagni, una volta tranquilli, in prigioni e camere di tortura.

Alcazar de los Reyes Cristianos cordova

Allo stesso tempo, l’Alcazar era la base da cui Ferdinando e Isabella tramavano per prendere l’ultima roccaforte moresca. Si tratta del califfato di Granada, governato dai Nasridi. L’ultimo dei governanti del regno, Muhammad XII – conosciuto anche come Boabdil in Spagna – fu imprigionato qui nel 1483. Sette anni dopo, si rifiutava ancora di cedere Granada, così Ferdinando e Isabella lanciarono un attacco alla città nel 1489. Nel 1492, finalmente presero Granada dai Nasridi.

L’Alcazar fu anche lo scenario dei colloqui tra i due monarchi e Cristoforo Colombo. Potrai contemplare tutta la storia che si è svolta tra le mura di questo elegante e sobrio palazzo mentre lo esplori con un tour guidato. Oggi c’è anche una Sala dei Moschettieri, con una splendida esposizione di arte romana risalente al II e III secolo d.C. Le opere sono state scoperte alla fine degli anni ’50 sotto una delle piazze principali di Cordoba.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cosa considerare sull’acquisto di una valigia

Guida allo shopping a Torino: negozi da non perdere

Leggi anche
  • Weekend romantico a Cesky Krumiov in Repubblica CecaWeekend romantico a Cesky Krumlov in Repubblica Ceca
  • Weekend a Palermo la migliore guida turisticaWeekend a Palermo: la migliore guida turistica

    Da Piazza Pretoria sino al Duomo di Monreale, Palermo offre tantissimo da vedere in un weekend.

  • Loading...
  • castello estenseVisitare Castello estense Ferrara con bambini
  • castello gropparelloVisitare Castello di Gropparello con bambini
  • Basilica di Santa Maria Novella di FirenzeVisita e informazioni sulla Basilica di Santa Maria Novella di Firenze

    Tutte le informazioni sulla famosa Basilica di Santa Maria Novella di Firenze, quando visitarla e cosa vedere.

Contents.media