Lago di San Benedetto a Subiaco: come arrivare

Dove si trova il lago di San Benedetto a Subiaco e come arrivare in questo piccolo luogo da sogno.

Per gli amanti dei paesaggi naturali incantevoli, il lago di San Benedetto a Subiaco è una destinazione da non perdere, ma come arrivare? Tutte le informazioni e le indicazioni per raggiungere questo luogo da favola.

Lago di San Benedetto a Subiaco: come arrivare

Poco distante da Roma si trova un paradiso naturale poco conosciuto ma caratterizzato da un laghetto che è una vera e propria piscina naturale. Le sue acque color smeraldo, dove si getta il fiume Aniene, creano una bellissima cascata. Parliamo del Laghetto di San Benedetto di Subiaco, situato tra i Monti Simbruini, un posto magico, più volte definito come “i caraibi a due passi da Roma“.

Si tratta di un lago del Lazio di origine artificiale circondato da rocce calcaree nella valle sottostante il Monastero Benedettino di Subiaco.

Lago subiaco

Il lago

Nel laghetto di San Benedetto si tuffa il fiume Aniene con una pittoresca cascata, ed è uno dei luoghi più belli e suggestivi dei Monti Simbruini. Il piccolo specchio d’acqua si trova a valle del noto monastero benedettino da cui prende il nome.

Questo luogo non è ancora molto conosciuto, ma regala ai più avventurieri una vista spettacolare con colori accesi tra il verde della vegetazione e il turchese delle acque.

Un luogo rilassante, perfetto per ritornare in contatto con la natura e per apprezzarne le sue meraviglie.

Un lago, inoltre, storico, perché collegato alla villa di Nerone, nonché l’unico rimasto tra quelli collegati alla residenza estiva dell’imperatore romano.

lago san benedetto

Come arrivare

Sono diversi i percorsi che giungono fino al laghetto si San Benedetto, e sono tutti piuttosto semplici, adatti anche ai meno sportivi e ai bambini. Una lunga passeggiata che ricompenserà, all’arrivo, della fatica.

Il Laghetto si raggiunge attraverso una piacevole passeggiata che segue il percorso del fiume. Si raggiunge con il percorso ST2 (Sentiero Turistico) partendo da due luoghi: uno che parte dai ruderi della villa di Nerone, da Subiaco verso i monasteri benedettini, un secondo percorso che parte dal Monastero di S. Scolastica, nei pressi della Chiesetta di San Michele Arcangelo.

Il sentiero è lungo quasi 2 chilometri e il tratto più bello è quello che raggiunge il fiume. In media, il percorso è di una durata di circa 40 minuti, breve e adatto a tutti.

Lungo il percorso si cammina immersi nella quiete della natura, superando un caratteristico ponte in legno ai piedi del quale scorrono le limpide acque del fiume. Lo spettacolo che si apre davanti è davvero piacevole, con le acque dai toni azzurri e verdi, il colore brillante delle piante e il sole che penetra dalla fitta vegetazione.

Scritto da Ilenia Albanese

Scrivi un commento

1000

Girare l’Australia a piedi: i migliori itinerari

Monastero Santa Rosa, Conca dei Marini: una meta da sogno

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zanzibarZanzibar: scopri tutto su questa magnifica destinazione

    Zanzibar è meta di turisti, attratti anche da tantissimi animali e da pesci e delfini.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.