Pista ciclabile da Dobbiaco a Calalzo: itinerario

Tutte le informazioni che servono per conoscere la pista ciclabile che da Dobbiaco arriva a Calalzo.

Per andare a Calalzo di Cadore partendo da Dobbiaco è possibile percorrere una pista ciclabile, che permette di godersi un piacevole giro in sella alla propria bicicletta. Si tratta di un tragitto decisamente panoramico, che permette di godere di una splendida visuale sulle imponenti Dolomiti.

Pista ciclabile da Dobbiaco a Calalzo

Il cicloturismo permette di godere della libertà di movimento e di esplorare il territorio che si percorre nei minimi dettagli. La pista che da Dobbiaco conduce presso Calalzo di Cadore è una delle più belle da attraversare nel corso di un viaggio in bicicletta. Si tratta di un itinerario che misura in tutto 68 chilometri e si presenta come un percorso di difficoltà media. Il fondo stradale che si incontra è costituito in prevalenza da asfalto, con alcuni tratti del percorso in cui si pedala su sentieri sterrati.

Advertisements

Data la natura del fondo stradale, una delle tipologie di bici con cui si percorre al meglio il tragitto è la mountain bike. La pista ciclabile permette di attraversare incantevoli borghi e di ammirare l’incredibile bellezza del paesaggio delle Dolomiti.

dolomiti

Informazioni sul percorso

Il tragitto della pista ciclabile parte dalle rive del lago di Dobbiaco. Dopo circa 15 chilometri lungo il percorso si attraversa il bellissimo borgo di Carbonin. In seguito si passa nei pressi del lago di Misurina e si continua in direzione Cimabanche. Uno dei luoghi più belli che si possono visitare nel corso del tragitto è la località di Cortina. Si tratta di una delle location più interessanti da attraversare e da visitare a fondo nel corso di una sosta.

In seguito si parte per raggiungere il paesino di Zuel, dal quale si può ammirare il trampolino di Cortina. Dopo altri 20 chilometri di percorso si raggiunge San Vito di Cadore e si attraversa il luogo in cui si trova il bellissimo lago di Mosigo. Presso la località di Venas di Cadore è possibile effettuare una deviazione nella direzione di Cibiana e godere di una spettacolare visuale sul Sassolungo. Pedalando per altri 10 chilometri la pista ciclabile termina presso la località di Calalzo di Cadore.

Luoghi di sosta

Nel corso del percorso in bicicletta si attraversano splendidi paesaggi naturali e caratteristici borghi molto interessanti da visitare. Naturalmente, una sosta a Cortina è assolutamente consigliabile per trascorrere piacevoli momenti all’insegna del relax. Inoltre, uno dei luoghi più belli da vedere lungo il tragitto è Borca di Cadore. Si tratta di un magnifico paesino che sorge nel bacino tra il monte Pelmo e il monte Antelao. Dalla pista ciclabile è possibile godere di una meravigliosa visuale su questi due colossali monti delle Dolomiti, senza abbandonare il bellissimo percorso in bicicletta.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Parco dell’asino sardo: cosa vedere

Parco Nazionale dell’Asinara, Sardegna: tutte le informazioni

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media