Posti da vedere a Osaka: storia, buon cibo e non solo

Osaka è una metropoli del Giappone occidentale piena di destinazioni emozionanti e posti da vedere.

Osaka (大阪, Ōsaka) è la seconda area metropolitana del Giappone dopo Tokyo. È stato il centro economico della regione del Kansai per molti secoli e precedentemente era conosciuta come Naniwa.

Posti da vedere a Osaka

La seconda città più grande del Giappone, Osaka, può sembrare a molti visitatori un labirinto senza fine.

Per questo motivo, è importante pianificare saggiamente il tuo viaggio per assicurarti di sperimentare le cose migliori e capire cosa vedere, sia che si tratti di assaggiare una cucina famosa in tutto il mondo o di esplorare castelli storici.

Tempio Hozenji

Hozenji potrebbe essere uno dei templi più piccoli che vedrai in Giappone, ma è anche probabile che sia il più memorabile. Proprio nel mezzo dell’affollata Namba, Hozenji riesce ad essere un’oasi serena nel mezzo di una giungla di neon, e i vicoli che circondano il tempio ricordano la vecchia Osaka, con strade di ciottoli e ingressi ricoperti di stoffa.

Sbirciate all’interno del tempio e noterete il Buddha che lo rende così famoso. Il Buddha è coperto da uno spesso strato di muschio a causa del costante flusso di preghiere e conseguenti spruzzi d’acqua che vengono lanciati nella sua direzione.

Castello storico di Osaka

Il castello di Osaka è il gioiello splendente delle attrazioni turistiche della città. Uno dei siti storicamente più significativi del Giappone, il castello fu originariamente costruito alla fine del 1500 da Toyotomi Hideyoshi.

In seguito, il castello fu il luogo della famosa battaglia di Sekigahara e alla fine cadde nelle mani del clan Tokugawa, che fu l’ultimo degli shogunati del Giappone dell’era feudale. Mentre il castello attuale è stato ricostruito molte volte, ci sono ancora numerose aree del parco che sono considerate beni culturali, come la porta di Otemon, con i suoi pilastri di legno. All’interno del castello stesso, troverete una serie di mostre dedicate a Osaka durante i secoli XVI e XVII. Il parco del castello è diventato un luogo popolare per passeggiare e rilassarsi a Osaka, ed è particolarmente bello alla fine dell’inverno, quando i rami del frutteto di prugne sono spogli, e all’inizio della primavera, quando i fiori esplodono in brillanti fioriture rosa e bianche.

Dramma tradizionale giapponese al teatro Shochikuza di Osaka

L’unico teatro kabuki di Osaka, Shochikuza, è il posto dove andare per sperimentare un dramma tradizionale giapponese. Il kabuki è stato iscritto nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO, ed è una performance altamente stilizzata di canto, mimo e danza. Mentre il kabuki esiste in Giappone dal XVII secolo, il teatro Shochikuza di Osaka fu aperto solo nel 1923. È comunque un edificio affascinante e si distingue dall’ambiente circostante per il suo stile architettonico neorinascimentale, che si ispira al teatro La Scala di Milano.

Tachibana

Mentre sei allo Shochikuza, dirigiti al suo secondo piano interrato per visitare Tachibana, l’unica fabbrica di birra teatrale in loco a Osaka. Una delle prime birre prodotte a Osaka, la Dotonbori esiste dal 1996 e il Tachibana è uno degli unici ristoranti ad averla alla spina. Inoltre, ha un’eccellente reputazione per i suoi frutti di mare e il tofu. Birra e tofu potrebbe sembrare una strana combinazione, ma in Giappone funziona.

Acquario Kaiyukan

L’acquario Kaiyukan è veramente uno dei migliori acquari del mondo. Ha più di 30.000 creature marine che vivono in 15 aree diverse che sono progettate per portare il visitatore attraverso i diversi ambienti che si trovano nel Pacifico. È rilassante guardare i movimenti ipnotici dei pesci che entrano ed escono dal corallo, ma provate ad ascoltare una conversazione giapponese. Occasionalmente, sentirete un oishiso (“sembra delizioso”) mentre i pesci nuotano.

Leggi anche: Osaka: Parco a tema Attacco dei Giganti

Il più antico tempio buddista del Giappone

Shitennoji fu costruito nel 593 d.C. e fu il primo tempio finanziato dallo stato in Giappone dopo che il buddismo fu portato nel paese dalla Cina (alcuni rapporti affermano che è il primo tempio buddista in Giappone). Anche se il tempio è stato devastato da molti incendi nel corso dei suoi 1.400 anni di storia, il terreno è rimasto lo stesso di quando fu costruito originariamente, solo che ora è circondato da grattacieli. Cerca di programmare il tuo viaggio a Shitennoji in modo che coincida con il mercato delle pulci del tempio, che è una grande opportunità per acquistare kimono di seconda mano, oggetti d’antiquariato o forse un pezzo di ceramica giapponese.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Curiosità sulla route 66: iconica da percorrere almeno una volta nella vita

Le migliori città del Giappone che devi conoscere

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media