Notizie.it logo

Roma con i bambini: preparazione e suggerimenti

 

Roma è una capitale molto grande, piena di storia monumentale e con centinaia di luoghi e attrazioni da vedere.

A ogni passo c’è da meravigliarsi.

Per essere chiari, in un paio di giorni riusciamo a sapere pochissimo della città di Roma. Ci sono sempre molte cose da vedere e da fare.

Qui racconto la mia esperienza personale di alcuni giorni a Roma con la famiglia.

Ho due gemelli di 3 anni e mezzo. Spero di riuscire a dare un consigli a chi vuole andare a Roma con i bambini di età simile o superiore.

Preparativi per andare a Roma con bambini

Come in tutti i viaggi, i preparativi prima di partire sono fondamentali per tutti. Ma viaggiare con i bambini richiede preparativi con una cura più e ci sono certe cose che non puoi assolutamente dimenticare.

Per questo, è fondamentale fare un elenco con le cose di cui hanno bisogno i nostri bambini durante il viaggio, per non dimenticarle a casa.

Ad ogni modo a Roma, come in quasi tutti i posti del mondo, è possibile acquistare qualsiasi cosa.

Sulla nostra lista, oltre all’abbigliamento giusto per il periodo, abbiamo portato un mini corredo con i farmaci più importanti per i bambini, termometro, salviette, bende, garze, omogeneizzati e latte per i più piccoli e tutto il necessario in caso di malattia di un bambino. E non dimenticate la fondamentale tessera europea di assicurazione per malattia.

Abbiamo acquistato due passeggini leggeri e di facile di apertura e chiusura per spostarci a Roma. Con il nostro passeggino gemellare sarebbe stato più difficile muoversi in città.

Roma è piena di marciapiedi acciottolati, stretti e spesso non c’è molto spazio di manovra con un passeggino. Inoltre, in molte delle visite è consentito l’uso del passeggino, ma ci sono molte scale (Musei Vaticani e Colosseo).

In altri casi, tuttavia, si dovrà lasciare il passeggino al deposito bagagli (San Pietro in Vaticano o Castel Sant’Angelo). E se le previsioni del tempo portano freddo e la pioggia, è necessario prendere un parapioggia e una piccola coperta.

E’ importante portare piccoli giocattoli, matite e quaderni per disegnare e libri per intrattenere i bambini in viaggio e durante alcune visite.



Ho considerato anche l’ Ipad come un ottimo strumento con una moltitudine di opzioni per l’intrattenimento dei bambini, ma anche per il loro apprendimento.

Non dimenticate inoltre di preparare un cambio per i bambini nel bagaglio a mano per possibili eventi imprevisti durante il viaggio.

Check in, aeroporti e voli

Come ho già detto, è molto importante coinvolgere i bambini nel viaggio fin dal primo momento. E’ possibile per esempio far portare loro la propria piccola valigia per renderli parte dell’avventura. Oppure facendo loro scegliere alcuni piccoli giocattoli e oggetti. Il giorno della partenza e l’arrivo alla destinazione sarà un evento. Vederli all’aeroporto così felici ed eccitati che tirano il proprio bagaglio è una gioia per i genitori. È importante fare con anticipo il check in on line così che tutta la famiglia può sedersi insieme a bordo dell’aeromobile.

Arrivo a Roma

Arrivare a Fiumicino, un po’ lontano dalla città, significa un trasferimento di almeno 45 minuti per il centro di Roma.

Si deve pensare molto bene al mezzo di trasporto da utilizzare. Ci sono autobus diretti, treni (veloci e meno veloci) o un taxi che portano in città con una tariffa ufficiale di 40 euro.

Ma se si è carichi di bagagli, con i bambini, due carrelli e sei persone, allora preferisci assumere un servizio di trasferimento fino alla porta dell’hotel. Ci sono servizi di trasferimenti da 100 euro andata e ritorno, quindi se siete un gruppo di 6 come noi può andare abbastanza bene.

Hotel per famiglie a Roma

Cercare un hotel con un buon rapporto qualità/prezzo a Roma è qualcosa che non auguro al peggiore dei miei nemici. Come sempre ho cercato e letto le critiche sugli alberghi del centro di Roma ed ho tratto due conclusioni: o sono costosi o hanno più anni della Fontana di Trevi.

Così abbiamo preferito scegliere un hotel non molto centrale ma le camere sono moderne e molto spaziose: Eurostar Roma Aeterna.

E’ stato un successo sia per la pulizia, sia per la gentilezza dei dipendenti e l’ampiezza degli spazi, cosa fondamentale quando sono in viaggio con i miei figli. Si trova nel quartiere del Pigneto, a sud della stazione di Roma Termini. E’ necessario prendere i mezzi per arrivare al centro, ma compensa con alcune camere quadruple enormi e alcuni buoni servizi di un 4 stelle. Un successo completo, che vi consiglio se andate a Roma con la famiglia.

Muoversi a Roma

Roma è la città ideale per passeggiare e godere delle strade, poiché le distanze nel centro tendono a non essere eccessivamente grandi. Ma è certo che spostarsi a Roma con passeggini, come nel nostro caso, è abbastanza difficile e faticoso poiché la città è piena di strade strette, i marciapiedi non sono nuovi … È necessario essere preparati psicologicamente: non è la città più appropriata per andare i passeggini. Si consiglia un passeggino leggero e maneggevole. Se il bambino è molto piccolo è quasi preferibile trasportarlo in fascia o in marsupio.

Molte persone che visitano questa città comprano la Carta di Roma (30 euro per 3 giorni), che include trasporto illimitato e ingresso per due musei.

Si tratta di un modo molto usato per spostarsi attraverso la città. Per andare con i bambini si deve ricordare che i bambini di età inferiore a 9 anni non pagano nei trasporti pubblici e in molti musei. Noi però non l’abbiamo comprata.

Ogni singolo viaggio di metropolitana o in autobus a Roma costa €1,50. Dura 100 minuti e si può utilizzare su tutti gli autobus e per un viaggio in metropolitana.
Per spostarsi attraverso la città abbiamo usato principalmente l’autobus, dato che avevamo di fronte all’hotel la fermata dell’81, che attraversa la città da est a ovest. Devo confessare che la maggior parte degli autobus romani sono pieni fino all’eccesso ed è stato difficile caricare con due bambini piccoli e passeggini. E’ stata un’esperienza molto stressante. Non dimenticate di acquistare il biglietto o la Roma pass prima e convalidarlo alle macchinette sull’autobus. Se riuscite a raggiungerle…

Abbiamo anche usato la metropolitana di Roma. Ha una rete molto estesa ed è molto più veloce per attraversare le zone con tanto traffico.

Abbiamo preso anche qualche taxi, molto più comodo e veloce per muoversi nei viaggi brevi all’interno della città. Per la cifra di 10 euro ci ha portato all’hotel pacificamente e senza alcun onere. Ricordarsi di utilizzare sempre i taxi legali presi presso le fermate ufficiali.

Sconti per bambini

È sempre bene chiedere presso la biglietteria del monumento o Museo, se c’è “sconto bambini”. Naturalmente è necessario portare i documenti per mostrarli al box Office appropriato.

A Roma ci sono molte attrazioni che sono gratuiti per i bambini come i Musei Vaticani (0-5 anni gratis, 6-18 anni ridotti), i musei e monumenti municipali (0-5 gratuito e di 6-25 ridotto) o il musei dello stato (gratuito 0-17 anni).

Gli autobus romani hanno una cattiva fama per quanto riguarda la puntualità e lo stress. E’ una fama ben meritata. E’ davvero un’esperienza troppo opprimente per muoversi con i passeggini e bambini piccoli.

Mangiare a Roma con bambini

Io sono andato con i miei gemelli di 3 anni e l’esperienza per loro è stata fantastica. Non hanno avuto alcun problema poiché a Roma si mangia superbamente. In quasi tutti i ristoranti ci hanno trattati molto bene e hanno anche avuto dettagli con i bambini: alcuni dolci, un drink gratuito, un piccolo regalo… Ma soprattutto ci hanno accolto con le braccia aperte e un sorriso, il che è stato molto apprezzato.

È possibile mangiare velocemente in alcuni dei numerosi locali all’aperto. Ma andando con bambini piccoli è meglio per tutti sedersi e riposare un poco. La maggior parte dei ristoranti sono piccoli e stretti. A seconda della zona dove ti trovi, sarà più o meno costoso. Però ci sono zone economiche come il quartiere di Trastevere, dove ci sono ristoranti che offrono menù da 10 euro con qualità molto buona.

E per quanto riguarda i dolci o gelati, sono grandi e buoni e delizieranno i bambini.

Suggerimenti diversi per andare a Roma con i bambini

  • Prima del viaggio documentarsi un po’ e raccontare loro qualsiasi storia o leggenda romana
  • È impossibile vedere tutto quando si viaggia con bambini.
  • Pianificare molto bene le visite durante la giornata.
  • Un grande vantaggio è che in molti siti non si fa coda se si hanno passeggini.
  • Alternare visite per adulti con visite che piacciono di più ai bambini.
  • Avere pazienza con il trasporto pubblico romano.
  • Prendere qualsiasi gioco (lettere, colori) per “le emergenze”.
  • Acquistare un piccolo souvenir della città vi aiuterà a ricordare il viaggio a Roma.

Avvertenze

  • Fare attenzione quando ci si muove con il passeggino in città.
  • I borseggiatori sanno che le famiglie con bambini sono facili bersagli. Fate attenzione nella metropolitana e negli spazi affollati.
  • Vi consigliamo di visitare le catacombe e le chiese dove abbondano le ossa e i teschi dei Santi.
  • Le strisce pedonali a Roma sono un esercizio di suicidio. E’ meglio aspettare all’incrocio quando c’è parecchia gente.

Questa è stata la mia preparazione per il viaggio a Roma con bambini. Spero servirà un giorno a chiunque voglia mettersi in viaggio.

In particolare di seguito proponiamo alcuni oggetti citati anche precedentemente nell’articolo acquistabili comodamente su Amazon a prezzi ultra vantaggiosi che possono essere utili nel caso in cui steste programmando il vostro viaggio per questa bellissima capitale.

Roma con cartina. Utile per organizzare la visita in base al tempo a disposizione e agli interessi specifici. Fornisce pratiche e originali idee per fare esperienze uniche, come gustare il miglior gelato artigianale della città, assistere a un concerto all’interno di una chiesa ed esplorare la Roma sotterranea. Suggerimenti forniti da fotografi, autori, ricercatori di National Geographic o da esperti conoscitori della città su mete e località da non perdere.

Marsupio bambino mani libere,ergonomico, comodo e indispensabile per fare lunghe passeggiate nella città da visitare senza stancarsi e senza ingombro.

© Riproduzione riservata
Leggi anche