Torre delle Polveri, Merano: storia e struttura

Tutte le informazioni che servono per conoscere la Torre delle Polveri di Merano.

Nel corso di un soggiorno nel magnifico borgo altoadesino di Merano, uno dei posti più interessanti da visitare è la Torre delle Polveri.

Torre delle Polveri, Merano

Una vacanza in Alto Adige offre l’opportunità di visitare splendidi paesini ricchi di magnifiche attrattive.

Uno dei borghi più incantevoli da vedere è senza dubbio quello di Merano. Si tratta di una località piena di fascino, che custodisce alcune strutture antiche e particolarmente suggestive. Una delle attrazioni turistiche più belle da vedere nel borgo è la Torre delle Polveri. Si tratta di un antico mastio, sul quale è stata installata una scala che rende comoda la visita. Grazie alla sua presenza è infatti possibile salire fino al punto più alto della torre e ammirare la splendida visuale sui dintorni di Merano.

Il panorama dal belvedere della struttura è assolutamente mozzafiato. Si possono infatti distinguere paesaggi ameni, che includono una vallata verdeggiante e i profili di alte montagne. Oltre alla posizione panoramica, è la struttura in sé ad attirare visitatori grazie alla sua atmosfera suggestiva. In particolare, l’antichità della torre la rende una delle mete turistiche maggiormente apprezzate all’interno del contesto territoriale di Merano.

torre merano

Storia della Torre delle Polveri

L’antica struttura fu con molta probabilità eretta nel periodo della dominazione dei Romani, che la utilizzarono come torre di guardia. Durante l’epoca medievale vi fu l’aggiunta di un muro intorno alla torre, che aveva la funzione di rinforzo rispetto a quello già precedentemente costruito. La torre deve il suo nome a un episodio avvenuto a Merano nel corso del periodo successivo rispetto alla guerra dei trent’anni. L’accumulo di polvere da sparo che si trovava nella cittadina portò verso la decisione di confinarla interamente entro le mura di Castel Ortenstein. Nel corso della storia il castello fu totalmente demolito, mentre la torre si conserva in perfette condizioni e svetta ancora sul borgo di Merano.

Visita della torre

Visitare la Torre delle Polveri è un’esperienza assolutamente imperdibile. Nel corso della visita è possibile accedere alla struttura attraverso una scala che si trova nel contesto del cortile interno. Da lì si arriva alla piattaforma panoramica, che si trova a un’altezza di ben 20 metri. Dall’alto è possibile godere di una fantastica visuale su Merano e sul Burgraviato. Inoltre, nel corso della permanenza sulla torre è possibile distinguere i resti dell’antica cinta muraria di Merano. Per godersi al meglio l’esperienza è possibile effettuare la visita presso la torre nel corso delle ore serali.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La strada più corta del mondo si trova in Scozia: tutti i dettagli

Vivere vicino al mare fa bene: tutti i vantaggi

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media