Notizie.it logo

Wizz Air, voli low cost: l’offerta scade a mezzanotte

Wizz Air, voli low cost: l'offerta scade a mezzanotte

Wizz Air lancia un pacchetto di voli low cost, con sconti fino al 20% di sconto per centinaia di destinazioni. Ecco alcune mete da non perdere.

La compagnia Wizz Air torna alla carica con le sue offerte low cost. Secondo quanto riportato sul sito di Siviaggia, l’offerta proposta dal colosso ungherese consisterebbe in sconti fino al 20% sui biglietti aerei di centinaia di destinazioni. Un’occasione ghiotta che resterà aperta fino alla mezzanotte del 30 Giugno 2019, per poi scadere. Tra i Paesi indicati nel pacchetto, si segnala la presenza di scali in Moldavia, Romania e Lituania.

Voli low fino a mezzanotte

Sconti del 20% su tutti i voli Wizz Air. La compagnia aerea ha intenzione di risollevarsi dalla brutta fama che si è aggiudicata a seguito della multa per “comunicazione poco cristallina con la clientela”. Per questo motivo, il colosso ungherese prova a rilanciarsi sul mercato delle offerte low cost, proponendo uno sconto del 20% su almeno un centinaio di destinazioni.

Nel pacchetto sono comprese anche la Moldavia, la Lituania e la Romania, 3 Paesi che hanno diversi punti forti dalla loro e che possono rivelarsi delle mete accattivanti per ogni tipo di turista.

Infatti, guardando alla Moldavia, i viaggiatori non possono assolutamente perdersi Chișinău, la capitale del Paese. Nota anche con l’appellativo di Città Bianca, Chișinău ha ben compreso le proprie potenzialità. Per questo, gli addetti ai lavori si stanno impegnando per “rifarle il look”, arricchendola di strutture e servizi in grado di soddisfare i clienti più esigenti. Ecco quindi che i viaggiatori che mettono per la prima volta piede nel centro possono restare affascinati dalla presenza di ristoranti, hotel e alberghi pensati apposta per coccolarli.

Il week end speso nella capitale moldava sarà facilmente speso in un attimo. Tuttavia, qualora si avesse a disposizione più tempo, si consiglia di noleggiare un auto e di visitare i siti archeologici della città bianca come quello di Orheiul Vechi, o i villaggi azzurri, tra cui spicca Butuceni.

Romania e Lituania

Anche la Romania ha diversi assi nella manica, tra cui si distingue Timisoara. La città è famosa per la sua lunga storia industriale. Infatti, secondo gli storici, le fabbriche di questo centro erano talmente all’avanguardia che – con molta probabilità – Timisoara fu la prima città europea ad installare un impianto di illuminazione elettrica. Turisticamente la città è poco conosciuta, ma tutti quelli che hanno avuto modo di soggiornarvi hanno confermato la somiglianza con la capitale dell’Austria.

Per questo motivo, non bisogna stupirsi del fatto che gli addetti ai lavori le abbiano dato il soprannome di “Piccola Vienna”.

Fanalino di coda – ma non per importanza – tocca alla Lituania. Quest’ultima ha dalla sua un vero e proprio gioiellino della storia moderna: Vilnius, a sua volta meta turistica molto conosciuta in Europa. Non potrebbe essere diversamente, visto il grande patrimonio culturale che Vilnius rappresenta. Non a caso, l’Unesco l’ha inserita nel suo archivio dei beni universali dell’Umanità nel 1994, proprio per via del suo centro storico. La città è percorribile esclusivamente a piedi, unico modo per poterne ammirare al meglio la bellezza. Per chi avesse intenzione di raggiungerla, ecco che deve appuntarsi queste 2 zone: il quartiere di Uzupis e la strada Gedimino.

Infatti, mentre il primo è noto per essere il quartiere degli artisti, la seconda è annoverata come la principale via dello shopping. Per chi volesse approfondire la storia della Lituania, soprattutto nel periodo della Guerra Fredda, si segnala la presenza del Museo del Kgb a pochi passi dal centro.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche