Isola di Kea, Grecia – Un tesoro nascosto nelle Cicladi, così vicino ad Atene

L'isola di Kea, incredibile equilibrio che vi incanterà con la sua bellezza naturale e la sua ricchezza culturale.

Un’isola di incredibile equilibrio che vi incanterà con la sua bellezza naturale e la sua ricchezza culturale.

A un soffio da Atene, l’isola di Kea o Tzia è una località idilliaca per il fine settimana e allo stesso tempo una destinazione estiva ideale nelle Cicladi. È l’isola delle Cicladi più vicina all’Attica. Combinando un paesaggio naturale unico, bellissime spiagge, attrazioni emozionanti e una ricca tradizione storica, Kea è una destinazione incantevole che soddisfa le aspettative anche del visitatore più esigente.

Dove andare – Insediamenti e spiagge

Korissia è il porto principale dell’isola e vi accoglie nel suo porto sicuro. Qui potete trovare molti negozi, ristoranti, caffè, bar e alloggi e un’area destinata a parcheggio pubblico. Ioulida è la capitale e un punto di riferimento per la storia dell’isola. Preparatevi per una passeggiata in un villaggio da favola pieno di case bianche tradizionali costruite l’una vicino all’altra con tetti di tegole rossastre, ma anche di case multicolori più recenti, archi con “stegadia”, piccole taverne, vicoli stretti lastricati in pietra con pianerottoli bianchi, numerose cappelle e pittoreschi negozietti. Vourkari è un altro bellissimo insediamento e un piccolo porto con molte scelte di alloggio, ristorazione e intrattenimento. Kato Meria è un piccolo villaggio nell’entroterra di Kea e vale davvero la pena visitarlo. I suoi pochi abitanti sono soprattutto contadini e la vita ha un ritmo lento e per niente turistico.

Con gli infiniti chilometri della sua costa, Kea offre spiagge idilliache con acque cristalline impressionanti: spiagge organizzate, spiagge dalla bellezza selvaggia, spiagge nel cuore della vita dell’isola, spiagge isolate, spiagge accessibili dalla terra e dal mare così come spiagge nascoste che invitano il visitatore ad esplorarle. Otzias, Gialiskari, Pisses, Koundouros, Spathi, Sikamia, Orkos, Xyla sono solo alcune.

Cosa fare – Avventura ed esplorazione

Grazie ai venti e alle sue innumerevoli piccole baie, Kea è letteralmente un paradiso per la navigazione, con epicentro il porto naturale chiuso di Vourkari o il porto di Korissia. Per questo motivo, ogni anno qui si svolgono molte gare di vela e molti visitatori scelgono di scoprire l’isola attraverso il mare, in barca a vela. Un’esperienza unica che vale la pena di essere vissuta!

Oltre alle attrazioni costiere dell’isola, il cuore di Kea nasconde dei veri e propri tesori. Un paesaggio naturale unico, monumenti storici, luoghi antichi, fonti d’acqua, chiesette pittoresche, miti, emozioni e tradizioni aspettano di essere scoperti da voi durante la vostra passeggiata attraverso la ricca rete di 81 km di sentieri dell’isola. Questa rete ben conservata comprende 12 percorsi antichi. Passeggiate tra le verdi insenature dell’entroterra, le piccole baie più isolate, le cappelle più pittoresche, le imponenti rovine della torre di Aghia Marina, il Leone, risalente al 6° secolo a.C.

Una di loro vi condurrà anche all’antica città di Karthea. Una piccola strada di ghiaia, fontane d’acqua, un ruscello, alcuni giardini e molte erbe creano lo scenario di questo splendido percorso. È come un viaggio indietro nel tempo perché raggiungendo Karthea potrete ammirare gli antichi templi ma anche l’antico teatro di Karthea, recentemente scavato. Passeggerete intorno alle rovine ma non perdete l’occasione di nuotare nelle acque rinfrescanti della spiaggia.

Grazie alla sua ricchezza sottomarina, Kea è un immenso parco divertimenti per gli amici dell’immersione. La morfologia e la biodiversità dei suoi fondali, così come il ruolo dell’isola nella storia, come luogo di molti naufragi, hanno creato uno scenario unico da esplorare per i subacquei più esperti ma anche per i dilettanti. La sorella gemella del Titanic, l’ospedale galleggiante Britannic e il transatlantico francese Burdigala, ma anche il battello a vapore a pale Patris e l’aereo Germal Junkers 52 della seconda guerra mondiale vi aspettano sott’acqua per offrirvi esperienze uniche.

Da non perdere

Kea, ha i suoi prodotti tradizionali provenienti direttamente dalla sua terra. L’agricoltura e l’allevamento sono le attività principali degli abitanti dell’isola. Ovunque abbiate l’opportunità, assaggiate la “loza”, il “tsigara”, le salsicce locali e i formaggi locali, il vino “mavroudi”, il miele di timo, le erbe e le spezie, le noci, i dolci fatti a mano e i liquori. Quando lascerete l’isola, insieme ai ricordi delle vostre vacanze, porterete letteralmente un po’ del suo sapore con voi.

Un altro buon motivo per visitare Kea

Kea è anche una destinazione perfetta per i matrimoni e un luogo dove è possibile pianificare l’evento dei vostri sogni. Da maggio a settembre l’isola è piena di vita mentre si svolgono numerosi eventi. Eventi sportivi, concerti di musica, festival locali, mostre d’arte e feste tradizionali intratterranno la vostra mente e la vostra anima. Durante l’anno molti visitatori si recano a Kea per vivere l’isola come un locale, creando ricordi indimenticabili.

Seguite Kea su Instagram @kea.greece per altre foto e consigli incredibili!

https://www.instagram.com/kea.greece/

Scritto da Redazione Viaggiamo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lago di Como: 5 esperienze fuori dal comune

Polonia: città piccole e ricche di storia

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media