Notizie.it logo

Il Mar rosso torna a essere meta per le vacanze invernali

egitto

Il Mar Rosso torna ad essere una meta amata dai turisti europei: le visite sono in aumento e le prospettive future sono positive.

Il Mar Rosso è tornato tra le mete preferite dai turisti tedeschi, ucraini, italiani e inglesi. Rispetto al 2017, infatti, i visitatori sono aumentati del 65%: solo la quota tedesca ha raggiunto 1,7 milioni di ingressi. Numeri rispettabili, ma molto bassi rispetto ai dati del 2010, quando l’Egitto contava oltre 14 milioni di visitatori. Il vice presidente Vicario di Astoi Confindustria Viaggi, Pier Ezhaya, aveva parlato di “ripresa solida e strutturale della domanda“: se l’aumento fosse sostenuto e continuo, infatti, l’Egitto potrebbe tornare ai livelli turistici di dieci anni fa.

Mar Rosso: la sfida lanciata da TTG

Secondo i tour operator italiani, negli ultimi anni c’è stato un grande interesse verso il Mar Rosso. La meta più richiesta è stata l’Egitto e in particolare le spiagge di Sharm El-Sheik.

Interessanti anche altre località di mare come Hurghada, El Gouna, Dahab. TTG Italia ha lanciato una sfida al turismo verso questi luoghi: “Il banco di prova sarà quello delle vacanze di Pasqua, che dovrebbero dare una cartina di tornasole più completa dell’andamento”. Ci si aspetta dunque un grande afflusso di turisti durante il lungo ponte pasquale: se così fosse l’Egitto tornerebbe veramente tra le destinazioni preferite dagli europei.

Mar Rosso: le migliori escursioni

L’Egitto offre incredibili spiagge e indimenticabili tramonti in riva al mare. Oltre a questo, però, si possono intraprendere escursioni interessanti: da Sharm El-Sheikh a Hurghada, da Marsa Alam a Soma Bay. Imperdibile la visita al Monte Sinai, luogo di enorme importanza per le tre grandi religioni monoteiste: ebraica, musulmana e cristiana.

Canyon Colorato è una delle attrattive di spicco del Sinai: si tratta si una sentiero incorniciato dalle pareti del canyon che generano colori strabilianti grazie al manganese e all’ossido ferroso.

Se amate l’ecosistema marino e siete esperti subacquei, Ras Mohammed è l’alternativa giusta per voi. Al costo di 40 euro potrete scoprire la riserva naturale terrestre e acquatica che ospita più di 200 specie di coralli, 1000 specie di pesci e due specie di tartarughe marine. Infine, se cercate una vacanza avventurosa ed emozionante potete salire su una jeep safari o su un quad. I viaggi durano alcune ore e offrono l’opportunità di visitare villaggi beduini e montare cammelli e karkadhè.

Mar Rosso: quando partire

Il periodo più affollato sulle spiagge del Mar Rosso è il mese di agosto.

Le temperature in quel periodo raggiungono livelli elevatissimi e perciò è sconsigliabile esporsi al sole. Sono da preferire, dunque, le vacanze pasquali o i ponti che cadono nel periodo primaverile. Infatti, le temperature non sono pericolosamente alte e l’umidità è contenuta. Anche i mesi di settembre e ottobre sono indicati per pianificare un viaggio in questi luoghi: occorre considerare, però, la durata minore delle giornate. Se non si ha la possibilità di sfruttare questi periodi, un’ulteriore alternativa è la partenza nei mesi compresi tra gennaio e giugno.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche