Notizie.it logo

7 cose da vedere a Monaco di Baviera in 3 giorni

7 cose da vedere a Monaco di Baviera in 3 giorni

Monaco di Baviera è una città tedesca piena di opulente chiese barocche e musei di prim’ordine che non basterebbe una settimana per vederli tutti e non si saprebbe mai dove cominciare. Queste inestimabili collezioni furono assemblate dai monarchi di Wittelsbach che governarono la Baviera fino al ventesimo secolo. Eppure Monaco è anche una città fatta di belle piazze, giardini e attrazioni davvero imperdibili. Vi abbiamo, quindi, fatto una guida con le 8 cose da vedere a Monaco di Baviera in tre giorni.

Alte Pinakothek

Risalente al 1836, l’Alte Pinakothek è una delle gallerie d’arte più antiche del mondo.

Il design neorinascimentale del museo sarebbe stato un modello per le gallerie che si svilupparono a Bruxelles, Roma e San Pietroburgo. Fu tutto ordinato dal re Ludwig I di ospitare la collezione eccezionale della dinastia Wittelsbach, fondata dal duca Guglielmo IV nel 1500.

Il risultato sono 800 dipinti tedeschi, francesi, olandesi, fiamminghi, italiani e spagnoli dal 1200 al 1800, di qualità superlativa.

I maestri che risaltano agli occhi sono Peter Paul Rubens, Albrecht Dürer e van Dyck, tutti rappresentati da più dipinti.

In più troverete Leonardo da Vinci, Tiziano, Hieronymous Bosch, Rembrandt.

Residenza di Monaco di Baviera

Quello che era nato come un castello del XIV secolo per i monarchi di Wittelsbach ai margini settentrionali della città fiorì nel corso di centinaia di anni in un complesso di dieci cortili e 130 stanze.

Date le dimensioni del palazzo e la ricchezza della sua arte, la Residenza di Monaco andrebbe vista in più occasioni ma è possibile ammirarla anche in poche ore.

Ma alcuni aspetti da non perdere sono il cortile rinascimentale italiano del Grotto, la sala del banchetto Antiquarium riccamente adornata e le modanature dorate nella Galleria Ancestrale Barocca.

Neues Rathaus

La nostra cartolina preferita, il municipio di Monaco di Baviera su Marienplatz è una meraviglia del revival gotico, un monumento degno della città.

La facciata è ornata da pinnacoli, nicchie con archetti trilobati e statue dei primi quattro re bavaresi sulla baia della torre.

La popolazione di Monaco è raddoppiata in meno di 20 anni tra il 1880 e il 1900, e il Neues Rathaus, che era stato completato nel 1874, doveva essere ampliato appena 20 anni dopo la sua conclusione.

Dal 1908 i Glockenspiel suonano ogni giorno alle 11:00 e alle 12:00, e poi alle 17:00 (da marzo a ottobre), con gli automi che recitano episodi del 1600.

Englischer Garten

Scansionando una mappa della città, sarai colpito dalle dimensioni del Englischer Garten.

Creato nel XVIII secolo, il parco inizia sulla sponda sinistra dell’Isar a nord dietro la Residenza e sembra proprio estendersi all’infinito.

A 370 ettari questa distesa di prati, alberi, pascoli, corsi d’acqua e un lago è uno dei parchi urbani più grandi del mondo, più grande del Central Park di New York.

Ci sono alcuni piccoli panorami da visitare, come una casa da tè giapponese aggiunta per le Olimpiadi del 1972 e la Torre cinese basata sulla pagoda di Kew Gardens e costruita per la prima volta nel 1790.

Ma quel che non ti aspetti è il surf: Sì , il fiume Eisbach, costruito dall’uomo, ha una forte corrente, formando un’onda statica che ha fatto assaporare i pensionanti fino a un minuto alla volta.

Neue Pinakothek

Anche il re Ludwig I aveva un occhio per l’arte contemporanea del 19 ° secolo e collezionò, così, molti pezzi inestimabili del periodo.

Circa 400 dipinti del 1800 sono esposti nella Neue Pinakothek e scandiscono tutti i movimenti influenti del secolo.

Ci sono romantici tedeschi come Caspar David Friedrich e Karl Friedrich Schinkel, realisti francesi come Delacroix e Courbet, e Impressionist Art di Degas, Cézanne, Monet, Gauguin e Renoir.

Dopodiché puoi andare piano e studiare ogni movimento in dettaglio, o passare attraverso i periodi agli altri capolavori di Goya, Rodin, Klimt, Munch e Turner.

Marienplatz

In ogni stagione, Marienplatz di fronte al Neues Rathaus pullulerà di gente del posto e turisti per lo shopping, le visite turistiche o semplicemente per osservare la città.

La piazza è stata al centro della città dal 12 ° secolo e prende il nome da una colonna mariana che è stata sollevata qui nel 17 ° secolo.

Il monumento è del 1638 e celebra il ritiro delle truppe svedesi da Monaco durante la Guerra dei 30 anni.

La statua dorata nella parte superiore è più antica, scolpita nel 1590 e raffigurante Maria su una falce di luna come la Regina del Cielo.

Questa fu la prima colonna mariana a nord delle Alpi e precursore di una serie di monumenti simili in Baviera e nell’Europa centrale.

A dicembre, quando il mercatino di Natale è in pieno svolgimento, troverete un’atmosfera da favola.

Chiesa di San Pietro

La chiesa più antica di Monaco fu costruita alla fine del 1100 ma distrutta da un incendio nel 1347.

La ricostruzione era in stile gotico e negli anni ci sono state molte estensioni, lasciando la Basilica di San Pietro con elementi rinascimentali e barocchi.

Questa fusione di stili si applica all’arte, come i dipinti gotici del XV secolo di Jan Polack siedono sotto un meraviglioso affresco del soffitto in stile tardo barocco di Johann Baptist Zimmermann.

Andate a dare un’occhiata più da vicino all’altare maggiore, dove c’è una figura di San Pietro scolpita da Erasmus Grasser all’inizio del XVI secolo.

La chiesa di San Pietro si trova in cima alla collinetta, Petersbergl e vale la pena affrontare i 299 gradini della torre per trascorrere alcuni minuti indicando i monumenti di Monaco con l’aiuto di un telescopio.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Leggi anche