Monte Seceda, come arrivare: la guida

Tutte le informazioni per visitare il Monte Seceda e per sapere come arrivare.

Il Monte Seceda è una meta turistica da visitare assolutamente durante una vacanza il Trentino, basta sapere come arrivare e come visitarlo.

Monte Seceda, come arrivare

Il territorio del Trentino Alto Adige offre meravigliosi paesaggi montani, perfetti per trascorrere bellissimi momenti in mezzo alla natura.

Uno dei luoghi più belli della regione si trova a ben 2500 metri di altezza. Si tratta di una delle vette più importanti nei pressi della catena montuosa delle Alpi Odle. Il Monte Seceda è visibile dall’area della Val Gardena e rientra all’interno del contesto territoriale della provincia autonoma di Bolzano. La zona del Monte è fornita di ottimi impianti di risalita, che consentono di arrivare facilmente in cima. Dalla vetta della montagna di gode di un panorama mozzafiato.

Advertisements

La bellissima valle sottostante appare ricca di vegetazione verdeggiante. I boschi e i prati donano al luogo un’atmosfera fiabesca, tipica dei territori del Trentino. Prima di organizzare un viaggio in questo posto spettacolare, è interessante avere tutte le informazioni che servono per visitarlo.

14398342

Il panorama del Seceda

Il Monte Seceda rappresenta una delle mete più visitate all’interno del territorio delle Dolomiti e della Val Gardena. Il motivo della sua fama è il panorama che si può ammirare dalla vetta. Si vedono infatti le suggestive Alpi Odle da una prospettiva perfetta. Le creste rocciose delle altissime montagne si stagliano sull’orizzonte in successione. In particolare, da un lato si nota distintamente la conformazione verticale delle pareti di roccia.

Dall’altro lato le magnifiche Odle scendono dolcemente verso la valle e sfumano nei colori verdi dei prati. Il punto panoramico Seceda 2500 si può raggiungere comodamente partendo dalla località di Ortisei.

Ortisei: impianti di risalita

Il borgo di Ortisei è uno dei più noti all’interno del territorio della Val Gardena. Presso il paesino si trova un attrezzatissimo impianto di risalita, che si può raggiungere facilmente dal centro. Basta infatti attraversare un tunnel dotato di scale mobili e comodi tapis roulant, che conduce presso Piazza Sant’Antonio.

All’interno della piazza è situato il punto di partenza degli impianti che consentono di arrivare sulla vetta del Monte.

48484244

La cabinovia e la funivia

Dal punto di partenza collocato presso piazza Sant’Antonio sale la cabinovia che conduce nella località di Furnes. Una volta giunti a destinazione, basta prendere la comoda funivia che sale fino al Monte Seceda. Arrivare in vetta è un’esperienza di per sé indimenticabile. La bellezza del paesaggio che si può ammirare stando seduti sulla funivia lascia senza fiato. Si tratta comunque di una semplice anteprima del panorama spettacolare di cui si gode dalla vetta. Arrivare a Seceda 2500 permette di accedere a una delle terrazze più panoramiche d’Europa. Ammirare il paesaggio dall’alto rende un viaggio in Trentino assolutamente indimenticabile.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Castello Normanno Svevo, Morano Calabro: cosa vedere

Storia e curiosità sulla Rocca di Fontanellato di Parma

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media