Notizie.it logo

Porto in 5 giorni: cosa fare e vedere

porto cosa vedere

Una piccola città gioiello del Portogallo famosa per il suo vino liquoroso

Porto è considerata una delle città più belle del Portogallo, ricca di fascino e vivacità. La cittadina è lambita dal mare e tra l’inconfondibile sentore del celebre vino e i meravigliosi azulejos, rappresenta un piccolo gioiello del paese. La città è situata nel nord del Portogallo ed è facilmente raggiungibile da molte compagnie di voli low cost. Porto è conosciuta per il suo buon cibo e anche se la permanenza è di pochi giorni non possono mancare delle degustazioni dei tipici piatti portoghesi. La città è molto famosa per i suoi piatti a base di trippa, infatti i cittadini vengono soprannominati Tripeiros. Qualsiasi cibo si scelga però deve anche assolutamente essere accompagnato da un calice di Porto, il famoso vino di questa zona. Porto è visitabile anche in pochi giorni: vi proponiamo i migliori luoghi da vedere se decidete di passare 5 giorni in questa splendida città portoghese.

Il gioiello del Portogallo

Uno dei quartieri più rappresentativi della città è sicuramente quello della Ribeira, patrimonio dell’UNESCO e simbolo di Porto.

Qua infatti è possibile respirare la vera essenza della cittadina portoghese, esplorando uno dei quartieri più tipici. La particolarità di questa zona è che si affaccia direttamente sul fiume Douro, che si può esplorare a bordo delle barcos rabelos (piccole imbarcazioni attraccate al porto). Il quartiere poi è ricco di vita grazie ai tanti negozi tipici e piccole botteghe presenti nella zona.

Luoghi da non perdere

Da vedere assolutamente è il Ponte Dom Luis I, costruito da uno degli allievi di Gustave Eiffel e lungo 170 metri sopra al fiume Douro. Molto conosciuto, soprattutto perché è uno dei pochi ponti che si estende su due piani, è possibile passeggiarci sopra anche a piedi mentre la parte superiore del ponte è riservata per il passaggio della metropolitana. D’obbligo è anche visitare la stupefacente Chiesa di San Francesco, la cui ricca struttura interna la rende una delle chiese più belle e particolari del Portogallo.

Famosi sono infatti i suoi intarsi in legno dorato: per gli interni sono stati utilizzati più di 100kg di oro.

Per chi ama visitare i mercati, quando va in città nuove, a Porto non può mancare una piccola gita al caratteristico Mercado do Bolhão. In questo mercato non sono sicuramente presenti strutture curate e alla moda, ma rappresenta una sorta di mercato rionale all’aperto. Luogo turistico per eccellenza è una tappa obbligatoria dove è possibile assaggiare cibo tipico e acquistare fiori freschi.

Interessante può essere anche una sosta alla stazione di São Bento per ammirare l’architettura e fotografare i meravigliosi azulejos bianchi e blu presente sulla facciata della stazione. Proprio per queste piastrelle bicolore, la stazione di São Bento è diventata una delle più importanti attrazioni turistiche di Porto.

La libreria Lello e Irmao di porto rappresenta molto di più di una semplice libreria.

È una vera e propria Cattedrale del libro. Si trova in Rua das Carmelitas 144, nella parte alta del quartiere di Ribeira e l’architettura della struttura lascia senza fiato. Costruita da Francisco Xavier Esteves nel 1800, al suo interno risiedono migliaia di volumi introvabili ed è famosa per la sua scala centrale a forma di 8. Ai piani superiori è presente un bar dove rilassarsi con un bel libro e sorseggiare un caffè, mentre si ammira il panorama. Si tratta infatti di una delle librerie più belle al mondo e rappresenta un luogo suggestivo da vedere. Attenzione però, le fotografie non sono particolarmente gradite.

Villa Nova de Gaia non si trova a Porto, ma rappresenta quasi un’estensione della città. È situata infatti dall’altra parte del Ponte Dom Luis I e vale una visita non solo per l’architettura, ma anche per le sue splendide spiagge e le cantine.

Si tratta infatti di una delle più grandi produttrici di Porto, il famoso vino liquoroso prodotto in Portogallo. Si consiglia quindi una degustazione in una delle tantissime cantine presenti a Vila Nova de Gaia.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche