Notizie.it logo

La storia del Castello di Sammezzano: visite e orari

Castello di Sammezzano

Secondo i dati riportati dall’UNESCO, Firenze è il capoluogo della regione che detiene il primato con la più alta concentrazione di opere d’arte universalmente riconosciute di tutto il mondo. Oltre ai numerosi musei e ai bellissimi capolavori rinascimentali che hanno ispirato pittori e scultori, la Toscana gode di un paesaggio collinare incantevole, nel quale si celano delle piccole perle, come Siena, il piccolo gioiello gotico dell’intera regione, Lucca, città medioevale circondata dalle sue mura, Pisa, con la sua torre pendente, simbolo della città che attrae numerosi viaggiatori tutto l’anno. Un’altra perla in provincia di Firenze, nel comune di Reggello, è il Castello di Sammezzano circondato da un amplio parco verde.

Monumenti europei

I castelli europei sono nati al fine di difendere non solo i nobili e i soldati al loro interno, ma anche per fornire protezione a tutti coloro che vivevano al di fuori delle mura, come le famiglie di contadini ed agricoltori.

Essendo la dimora delle numerose famiglie signorili, il loro aspetto, il più delle volte, era elegante ed imponente.


Il Castello di Ashford, ubicato nella contea di Mayo in Irlanda, si specchia sulle rive del Lough Corrib ed è circondato da un incantevole giardino. Costruito nel XIII secolo, da una famiglia anglo-normanna, l’ultima ristrutturazione eseguita al castello risale al XX secolo. Ad oggi è un lussuoso hotel a 5 stelle incredibile.

In Scozia giace il piccolo, ma incantevole, Castello di Eilean Donan. Costruito su una piccola isola collegato alla terra con un grazioso ponte di pietra, il castello riflette la sua immagine nelle acque del mare di Loch Duich. Il suo aspetto attuale, è il risultato dell’ultimo restauro che ha subìto agli inizi del XX secolo.

L’Alcazar di Segovia, si trova nella Comunità Autonoma di Castiglia e León in Spagna. Questo castello, è la prova che la penisola spagnola è una terra ricca di fortezze e palazzi, che non ha nulla da invidiare ai Paesi vicini.

Questo imponente e bellissimo castello, domina tutta la città dall’alto poiché è situato sopra una collina. Durante il periodo medioevale, l’Alcazar di Segovia fu la dimora preferita dai re di Castiglia.

Castelli a Firenze

Il Castello di Sammezzo, non è l’unico castello nelle zone limitrofe della provincia di Firenze.

Il Castello di Oliveto è situato nella provincia di Castelfiorentino. Di origine rinascimentale, si presenta in ottimo stato di conservazione. Questo castello, è stato costruito nel 1424 dalla nobile famiglia dei Pucci e da allora, è una delle ville più belle di tutta la regione Toscana. Ad oggi, è sede di una moderna azienda agricola ed è meta di vacanze agrituristiche grazie alla tipica produzione di vini ed olio con i prodotti locali.

Sulla cima di una collina tra la città di Firenze e Siena, si trova il Castello di Verrazzano nel cuore del Chianti Classico. Il maniero, fu prima insediato dal popolo etrusco, poi romano ed infine divenne, ma solo nel VII secolo, proprietà della famiglia Verrazzano.

La sua ubicazione è stata importante a livello strategico-militare e, ad oggi, permette il controllo sui propri vigneti. È possibile visitare le cantine storiche del Castello di Verrazzano che sono tuttora in uso. Durante la visita, potrete anche concedervi una passeggiata nei bellissimi giardini tardorinascimentali della villa.

Castello di Sammezzano visite

La storia del Castello di Sammezzano è tutt’altro che a lieto fine, dato che dopo aver raggiunto il suo massimo splendore venne drasticamente abbandonato.

Il Castello di Sammezzano fu costruito nel XVI secolo, ma solo nel XIX secolo fu trasformato in una dimora in stilo moresco. Nel castello vi sono ben 365 stanze, una per ogni giorno dell’anno ed ognuna di queste è decorata in modo unico con dei colori sgargianti. Lo spagnolo Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona, che nell’800 fu un grande esponente politico nella città di Firenze, dedicò la sua vita a questo progetto e visse nel castello per oltre quarant’anni.

Dopo la sua morte, il castello iniziò a cadere in rovina, fu saccheggiato durante la Seconda Guerra Mondiale e, finita la guerra, venne trasformato in un hotel di lusso sino al 1990, quando fu acquistato da una compagnia inglese ma, a causa della crisi finanziaria dei proprietari, fu abbandonato.

Fortunatamente, dall’aprile 2012, fu istituito Comitato FPXA 1813-2013 per la rivalutazione e riqualificazione del castello. Organizzazione no profit, il Comitato di Sammezzano si occupa di aprire il castello al pubblico in determinati periodi dell’anno. Per scoprire maggiori informazioni, iniziative del comitato, orari e visite, visitate il suo sito internet o la pagina Facebook del Comitato di Sammezzano.

Castello di Sammezzano come arrivare

Il Castello di Sammezzano si trova a circa 30 minuti da Firenze, è raggiungibile in Bus o Tram che partono da vari punti della città come da Ponte A Niccheri, dal Bagno A Ripoli, da Calenzano, dalla Chiesa di Gesù Bambino Buon Pastore, da Scandicci, da Sesto Fiorentino, Da le Bagnese e dalla Scandicci.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
  • Winelands, Sud AfricaLe Winelands sono situate ad est di Città del Capo tra bellissime montagne che creano panorami mozzafiato. La regione è ricca ...
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Littlelife Mini Trolley Tartaruga - LittleLife
79 €
Compra ora
Foppapedretti Seggiolino Auto Go! Evolution
65 €
74 € -12 %
Compra ora