Vieste: cosa vedere con i bambini, tra spiagge e divertimenti

La guida a cosa vedere con i bambini a Vieste, nella provincia di Foggia, tra mare, montagna e tanto divertimento per la famiglia.

Una destinazione divertente e romantica, ideale per tutta la famiglia, è Vieste, in Puglia, ma cosa vedere con i bambini? Tantissime attrazioni e luoghi meravigliosi da scoprire nella provincia di Foggia per una vacanza speciale.

Vieste: cosa vedere con i bambini

La cittadina di Vieste, nella provincia di Foggia, in Puglia, è una delle destinazioni più ambite della regione, complice la bellezza della sua costa. Infatti, più volte insignita della Bandiera Blu della Foundation for Environmental Education, Vieste è una rinomata stazione balneare nel Parco nazionale del Gargano.

Vieste è il comune più orientale del promontorio del Gargano il cui centro abitato sorge su una piccola penisola rocciosa a picco sul mare. Questa particolare conformazione rende la località suggestiva e scenografica, soggetto di splendide fotografie.

Ma oltre alle bellissime spiagge, Vieste vanta attrazioni e luoghi incredibili da non perdere durante una vacanza in famiglia. Infatti, tantissimi posti faranno felici grandi e piccini, tra relax, divertimento e bellezze incontaminate. Vediamo, quindi, quali sono i posti più interessanti da non perdere.

Vieste

Faro di Santa Eufemia

Il faro di Vieste, anche noto come faro di Santa Eufemia, è uno dei punti di riferimento più famosi della città. Questo è situato tra gli scogli Santa Croce e di San Francesco, proprio di fronte alla città pugliese, creando una cornice incredibile. Si tratta di un faro piuttosto antico. Infatti, è stato progettato nel 1867 e la torre su cui trova sistemazione la lanterna è situata sulla vecchia abitazione del fanalista.

Questa, oggi, grazie all’automazione completa è disabitata. Sull’isolotto di Santa Eufemia fu scoperta anche una grotta nel 1987, che presenta sulle sue pareti interne almeno 200 iscrizioni votive in greco e latino, fatte dai marinai di passaggio dall’isola.

Castello Fortezza di Vieste

Molto interessante, poi, è il Castello Svevo di Vieste, situato al margine del centro storico, su una rupe a strapiombo sul mare che sovrasta la spiaggia della Scialara. Purtroppo, è sede militare e viene aperto al pubblico solo durante alcuni eventi, ma è comunque consigliabile una visita per l’imponente esterno. Infatti, uno dei panorami più incredibili della città è il bellissimo scorcio panoramico di cui si può godere recandosi “alle spalle” del castello.

Museo Archeologico “M. Petrone”

Il Museo Civico Archeologico “M. Petrone” si trova a pochi passi dalla Cattedrale, nell’antico frantoio di via Celestino. Il museo, nato nel 1988 negli spazi suggestivi di una grotta naturale, ospita varie sezioni espositive, con reperti databili dalla Preistoria alla Protostoria, dall’età classica all’età tardoantica. Nel percorso museale si ammira la ricostruzione dell’interno di una miniera risalente al periodo Neolitico.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Storia e leggenda dello scoglio di Peppino

Entroterra toscano: cosa vedere nel cuore della regione

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.