Notizie.it logo

Londra, fattoria sotterranea: come visitarla

Una fattoria sotterranea sotto il centro di Londra. Il progetto si basa sul modello di coltivazione verticale e idroponica, cioè senza la terra.

Una fattoria sotto il centro cittadino di Londra. Intervistati dalla Bbc Steven Dring e Richard Ballard hanno presentato la loro fiorente attività agricola. Il progetto nasce da un’idea ambiziosa di una fattoria basata sulla coltivazione delle piante secondo il metodo idroponico. In altre parole, le piante sono coltivate senza l’utilizzo della terra, ma fornite di tutto ciò di cui hanno bisogno per sopravvivere. I prodotti dei 2 contadini del sottosuolo oggi sono ricercati dagli chef londinesi, proprio grazie alla loro pronta disponibilità e qualità. Alle piante vengono fornite acqua, luce e un sostegno per crescere. Il risultato è una delle produzioni a impatto zero più efficaci su suolo europeo.
Se state pensando di partire per londra, consigliamo di consultare expedia o volagratis per le migliori offerte sui voli, invece per i migliori hotel e B&B consigliamo di dare un occhio a booking

La fattoria sotterranea: come visitarla

L’ingresso alla fattoria sotterranea è aperto ai visitatori. Proprio in occasione dell’intervista rilasciata alla Bbc Ballard e Dring hanno spiegato di aver aperto la fattoria al pubblico grazie a 2 tour: uno fissato per il mese di Marzo 2019, il Martedì e il Giovedì, l’altro per il mese di Aprile e di Settembre 2019, il giovedì e il Sabato.

Ogni visita ha la durata di 75 minuti insieme ai fondatori della fattoria, per un costo complessivo di circa 50 euro a testa. Cifra che si abbassa se si intende prenotarsi per il tour di Aprile e di Settembre: il prezzo fissato è di 40 euro a persona.

Londra, fattoria sotteranea: come visitarla

L’idea della fattoria sotterranea

L’idea della fattoria sotterranea nasce dalla presa di consapevolezza che al di sotto di Londra esistono gallerie e cunicoli utilizzati spesso dai cittadini durante la Guerra, quando arrivavano gli aerei tedeschi a far cadere bombe sulla città. L’utilizzo delle gallerie come serre sotterranee nasce dalle osservazioni e gli studi che i 2 fondatori della fattoria hanno condotto in merito alle coltivazioni verticali.

Sottoterra le piante ricevono tutto ciò che serve loro per sopravvivere: luce, acqua e un sostegno su cui mettere radici. Qualora le piantine avessero bisogno di un innalzamento della temperatura, i due contadini interverrebbero per alzare l’intensità dei led, oppure agendo sulle temperature delle serre stesse.

I vantaggi sono molteplici: le piante ricevono il giusto nutrimento per la loro sopravvivenza, sono protette da qualsiasi evento atmosferico, trovandosi sottoterra e ricevono costantemente le attenzioni dei 2 contadini. In questo modo Ballard e Dring possono mantenere tutto il raccolto, senza che esso vada perso. Inoltre, la loro fattoria si trova proprio al di sotto del centro urbano, cosa che consente loro di essere il più vicini possibile al loro diretto consumatore. Una tale vicinanza rappresenta una base fondamentale del principio di fidelizzazione del cliente, che ha modo di rivolgersi direttamente al suo produttore.

© Riproduzione riservata
Leggi anche