Notizie.it logo

Origini della festa di Sanziene Romania

Sanziene, una celebrazione magica, per salutare l’arrivo dell’estate.

La festa di Sanziene si celebra in Romania ogni anno, il 24 giugno. Sebbene sia associata alla nascita di San Giovanni Battista, si tratta di una ricorrenza pagana.

La celebrazione è nota anche come “la festa dell’estate” poiché rappresenta l’ inizio di questa stagione. Secondo la credenza popolare, in questa data il sole resta su fermo nel cielo a guardare i ragazzi e le fanciulle danzare, per questo il giorno è più lungo della notte.

Si associa il nome di questa celebrazione ad un piccolo fiore bianco o giallo, dal profumo dolce e delicato, chiamato Sanziene o fiore di Sanziana, che cresce nei campi e fiorisce intorno al solstizio d’ estate. Ha numerosi usi in medicina e cosmetica ed è per questo che la mitologia rumena gli ha attribuito proprietà mistiche. Nel folklore rumeno Sanziene sono delle fanciulle che discendono sulla terra per ballare e festeggiare in questa notte senza tempo.

Sono di buon auspicio, poiché portano fertilità alle donne, animali e uccelli, donano profumo ai fiori e poteri magici, guariscono dalle malattie e alleviano il dolore umano, inoltre proteggono le colture dalle intemperie.

In onore di questa celebrazione si accendono grandi fuochi sulle colline e si danza intorno. In alcuni villaggi le persone circondano case con torce accese per tenere lontani gli spiriti cattivi. Dopo la mezzanotte i fuochi si spengono e le persone fanno ritorno alle loro case in silenzio. Questo è il momento in cui le anime dei propri cari e gli esseri magici sono autorizzati a vagare in questo mondo. Al mattino, il 24 giugno, le fanciulle usano la rugiada raccolta dai petali di Sanziene per fare il bagno… E’ davvero una festa magica!

© Riproduzione riservata
Leggi anche