Valle Imagna: cosa vedere nella valle vicino Bergamo

Cosa vedere nella Valle prealpina di Imagna, nella provincia di Bergamo, tra borghi antichi e natura.

Una gita nella natura in Lombardia davvero speciale è quella da fare nella Valle Imagna, tra borghi, natura e cultura, ma cosa vedere? Una guida ai luoghi più interessanti da scoprire in compagnia per trascorrere una giornata nel relax e a contatto con la natura.

Valle Imagna: cosa vedere

La valle prealpina di Imagna si trova nella provincia di Bergamo, in Lombardia, e vanta un importante patrimonio storico e culturale.

Nella valle sono compresi ben sedici comuni, tra antichi borghi e tranquille cittadine, che racchiudono la storia e la cultura del posto.

Scoprire questa splendida vallata significa immergersi nella storia, nell’architettura e nella bellezza che rende la zona unica e affascinante.

Vediamo, quindi, quali sono le tappe più interessanti per esplorare le meraviglie della valle Imagna.

Santuario della Cornabusa

Uno dei luoghi più suggestivi da visitare nella Valle Imagna è il Santuario della Madonna della Cornabusa, anche noto semplicemente come Santuario della Cornabusa.

Questo luogo di culto cattolico si trova nella frazione di Cepino nel comune di Sant’Omobono Terme.

La particolarità di questo Santuario lombardo è il suo essere interamente incastonato all’interno di una grotta naturale da cui esce una sorgente d’acqua.

La storia del santuario è legata alla guerra tra guelfi e ghibellini, tra il 1350 ed il 1440. Per sfuggire agli scontri, gli abitanti della frazione si nascosero all’interno della grotta insieme ad una statua lignea della Vergine Addolorata a cui volsero le loro preghiere. Una volta salvati, gli abitanti decisero di lasciare la statua nella grotta e trasformarla in un luogo di culto.

Il santuario è raggiungibile da un sentiero ben segnalato.

Santuario della Cornabusa

Borgo di Arnosto

Un vero gioiello della valle è il borgo di Arnosto che pare sospeso nel tempo. Il borghetto si trova all’interno del comune di Fuipiano Valle Imagna e presenta splendide casette in pietra e monumenti storici interessanti. Il borgo risale al XIV secolo e fino al 1797 fu sede della Dogana Veneta che delimitava il confine tra fra il ducato di Milano e la Serenissima.

Nel borgo vi è anche una piccola cappella dedicata ai santi Filippo Neri e Francesco da Paola con una capienza di appena 20 persone. In più, imperdibile è il museo etnografico realizzato dal gruppo Amici di Arnosto in cui si racconta la realtà del lavoro contadino.

Il borgo di Arnosto è un paesino abbarbicato sulle pendici delle Prealpi orobiche. Per raggiungere questo tesoro in pietra si prosegue sulla strada che conduce a Fuipiano Valle Imagna, seguendo una serie di tornanti che regalano una vista suggestiva sulla Valle Imagna.

Borgo di Arnosto

Laghetto del Pertús

Una passeggiata nella natura davvero interessante è quella che porta al Laghetto del Pertús, situato alla Forcella Alta. Si tratta di un piccolo specchio d’acqua situato a quasi 2000 metri sopra il livello del mare.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dawson’s Creek: dove è girato, i luoghi della serie

Terre Haute: dove si trova la regina del Wabash

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media