Zanzibar delle meraviglie: quando visitarla?

Dove si trova Zanzibar e quando è meglio visitare la splendida isola della Tanzania.

L’isola di Zanzibar è una delle mete turistiche più suggestive al mondo e molti sognano di visitarla almeno una volta nella vita. Facciamo da subito chiarezza sul nome, Zanzibar non è l’intera isola, bensì il nome della città principale, nota come Zanzibar City o anche Stone Town.

Il nome corretto dell’isola è Unguja ma per tutti è l’isola di Zanzibar. Unguja è la più grande tra le isole della Tanzania ed è situata al largo della costa nord tanzanese, poco sotto la linea dell’Equatore. La città di Zanzibar si trova sulla costa occidentale.

Unguja – Zanzibar è un paradiso: isole, atolli, spiagge e mare, oltre all’architettura della capitale e il clima è ideale praticamente tutto l’anno.

Leggi anche: “Zanzibar: cosa vedere durante un viaggio sull’isola

Quando visitare Zanzibar, periodo migliore

Le temperature restano elevate tutto l’anno, sempre comprese tra i 30 e i 38 gradi. Anche l’acqua marina resta sempre calda, sopra i 25 gradi. È consigliabile evitare la stagione tra marzo e maggio e quella tra novembre e dicembre, perché sono i due periodi piovosi.

Il periodo più indicato per visitare Zanzibar è quello estivo, fino a ottobre compreso. Luglio, agosto e settembre sono i mesi migliori; chiunque però vada in vacanza in altri periodi potrebbe optare per gennaio o febbraio ma, si badi bene, questi due mesi sono molto afosi.

Luoghi d’interesse e attrazioni a Zanzibar

Dato l’appeal vacanziero dell’isola, è consigliabile incominciare da una visita nella capitale, prima di perdersi nel mare e nelle spiagge. A Zanzibar City immergiamoci nelle strette e intime viuzze costellate di palazzi arabi; dedichiamo il tempo necessario alla visita della casa natale di Freddy Mercury; passeggiamo nel mercato centrale, portandoci via spezie locali e souvenir artigianali e poi godiamoci un drink fresco con vista sul tramonto.

La natura da queste parti è straordinaria e sull’isola è possibile visitare oasi popolate da farfalle, tartarughe e altra fauna locale, così diversa da quella a noi nota. Il piatto forte di Zanzibar, però, sono le sue spiagge.

Chi possa spostarsi dall’isola principale può visitare Tumbatu, Chumbe e Mnemba, tre isole che circondano Unguja e sono parte del suo stesso arcipelago; sono tutte piuttosto contenute nelle dimensioni – Mnemba è addirittura privata seppure visitabile – ma meravigliose: piccoli angoli di paradiso terrestre.

Chi preferisce restare su Unguja – Zanzibar, può rilassarsi a Nakupenda Beach, l’isola che non c’è, poiché raggiungibile soltanto durante la bassa marea, con l’alta viene infatti sommersa. La spiaggia qui è bianchissima e l’Oceano che circonda l’atollo crea una cornice veramente unica.

Visitiamo anche Jambiani Beach e il caratterisco villaggio di pescatori che è sorto in sua prossimità. Qui le maree bagnano la spiaggia a diverse profondità ed essa restituisce lo spettacolo di decine di tonalità differenti. Kendwa Beach è invece consigliata per i suoi tramonti, per i balli tipici locali che vi si mettono frequentemente in scena e per le stelle marine lasciate sulla spiaggiadal ritiro dell’acqua dovuto alla bassa marea.

Leggi anche: “Cuba, come raggiungere il paese in sicurezza

Scritto da Mattia Mezzetti
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Perugia: cosa vedere nei dintorni

Trieste: cosa vedere nei dintorni

Leggi anche
  • zanzibarZanzibar: scopri tutto su questa magnifica destinazione

    Zanzibar è meta di turisti, attratti anche da tantissimi animali e da pesci e delfini.

  • zanzibar 2042787 1280Zanzibar: dove si trova, cosa vedere e quando andare
  • Loading...
  • giraffe-2191662_1280Visitare l’Africa: i luoghi da non perdere

    L’Africa non è solo Safari e animali selvatici: tutti i luoghi da non perdere per una vacanza nel continente equatoriale.

  • Visita necropoli Dashur Il CairoVisita alla Necropoli di Dahshur a Il Cairo
  • maxresdefaultVideo villaggio Agadir Marocco
Contents.media